Campetto Ancona al lavoro. Coach Coen ''Lamentarsi è una cosa che distrugge il giocatore e l’intera squadra''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/19-08-2021/campetto-ancona-lavoro-coach-coen-lamentarsi-cosa-distrugge-giocatore-lintera-squadra-600.jpg

Social

Un pomeriggio di sole accecante di metà agosto ha fatto da cornice al primo giorno di preparazione della nuova Luciana Mosconi Ancona. In un Palarossini ancora adibito ad hub vaccinale, il gruppo dorico si è dovuto accontentare di svolgere le operazioni di inizio anno nel ridotto della palestrina. L’arrivo dei giocatori ricevuti dai dirigenti presenti, la consegna del materiale tecnico e poi subito in campo per il primo allenamento della nuova stagione. A fare gli onori di casa Alessandro Stecconi che a nome del Consiglio Direttivo e affiancato da Gianmarco Trubbiani ha salutato il nuovo gruppo attento e sistemato in panchina.

A seguire la parola è passata al nuovo coach dorico Piero Coen che non senza emozione ha esordito dicendo alla sua squadra che per lui si tratta indubbiamente di una giornata speciale perchè è un ritorno a casa, dal Palarossini ha iniziato la sua lunga carriera di allenatore e oggi ritrova una Società piena di personaggi che hanno segnato l’incipit del suo percorso professionale. Ai suoi nuovi giocatori il neo tecnico bianconeroverde ha detto poche cose. Concetti semplici dettati da un allenatore di grande esperienza che ha imparato sul campo quello che vuole da ognuno dei suoi giocatore. Chiarissimo il principio dell’aggressività che il coach vuole sprigionata dai suoi ragazzi sin dal primo giorno, così come trasparente è l’identikit dei giocatori che ama vedere in campo:

“Amo quei giocatori che hanno la faccia sempre uguale, che mantengono la stessa massima attenzione e concentrazione per tutta la durata della partita o allenamento. Questo è un obbiettivo che ognuno di noi si deve porre.” Altrettanto chiaro il concetto del “vietato lamentarsi”. “Lamentarsi è una cosa che distrugge il giocatore e l’intera squadra. Un alibi per poter rendere molto meno di quello che potrebbe fare. Impariamo a cercare soluzioni e a non lamentarci. Se siamo venuti qua per vincere dobbiamo domandarci quanto siamo disposti effettivamente a sacrificarci per farlo. Sacrificio significa anche saper rinunciare a qualcosa di personale in favore della squadra.”

Al termine del discorso del tecnico anconetano la squadra ha dato vita al suo primo allenamento. Parte introduttiva condotta dal preparatore fisico Marco Paccioni e poi comando delle operazioni allo stesso Coen assistito da Emanuele Pancotto e Vincenzo Mele. Lavoro individuale, dividendo inizialmente il gruppo tra lunghi ed esterni, e primi esercizi tra compagni. In chiusura della seduta alcune nozioni di carattere tattico con l’introduzione di alcuni semplici principi di giochi offensivi.

Nel gruppo che ha iniziato a lavorare non fa ancora parte Alberto Cacace che su autorizzazione della Società raggiungerà i nuovi compagni di squadra lunedi 23. E’ aggregato per questa prima parte di preparazione Leonardo Pozzetti, classe 2000 prodotto del CAB Stamura e fratello di Simone, reduce da una stagione in C Silver con la Taurus Jesi con cui ha vinto il campionato.

Dopo aver rotto il ghiaccio la Luciana Mosconi proseguirà con la doppia seduta di giovedi 19. Appuntamento alle ore 8.30 allo Stadio Del Conero per l’allenamento di natura fisica, nel pomeriggio in campo al Palascherma. Il programma degli allenamenti proseguirà con lo stesso copione previsto per venerdi 20, mentre sabato 21 lavoro di scarico in piscina e poi campo, sempre al Palascherma, alla sera. Domenica 22 un pò di meritato riposo dopo i primi 3 giorni e mezzo di fatica.

Fonte: Campetto Basket Ancona 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!