Discovery+ Supercoppa, la Virtus Bologna la spunta di misura contro la Reyer Venezia e va in finale

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/21-09-2021/discovery-supercoppa-virtus-bologna-spunta-misura-reyer-venezia-finale-600.jpg

Social

Non basta una grandissima prova di carattere all’Umana Reyer per centrare la terza finale della sua storia in Supercoppa. Al termine di un match intensissimo, sono i campioni d’Italia della Virtus Segafredo Bologna a spuntarla all’ultimo respiro per 71-72, guadagnandosi la finale di domani, sempre alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno, contro Milano.

Nessuna novità, né in roster (sempre out Bramos e Charalampopoulos), né in quintetto (in campo Phillip, Tonut, Vitali, Brooks e Watt). Parte meglio Bologna, che riesce a correre e costringe coach De Raffaele al time out dopo soli 2’30” sul 2-10. In un match molto fisico, ma con un metro arbitrale molto permissivo, Brooks segna in tap-in (4-10) prima di metà quarto, ma le percentuali restano basse per gli orogranata, che però alzano l’intensità difensiva. Il secondo fallo di squadra, al 7’30” (sul 6-15) è anche il secondo di Watt, con Daye che mette poi da otto metri la tripla del 9-15, anche se la Segafredo sfrutta il 26% veneziano dal campo per chiudere il primo quarto sull’11-20.

L’inerzia cambia però nel secondo quarto. Echodas segna, recupera e lancia il contropiede concluso da Sanders e stoppa Alibegovic, consentendo a Daye di firmare poi il 17-20 all’11’30”. Pur spendendo il bonus già al 13’30”, Bologna si riporta sul 19-26 al 14′, ma Sanders riporta l’Umana Reyer a un possesso di ritardo (23-26) subito dopo metà quarto, poi è Tonut, con due triple di fila, a costruire il primo vantaggio orogranata dell’incontro: 31-30 al 17’30”. La panchina bolognese chiama time out e, alla ripresa, nonostante il bonus ancora da spendere, sono due falli proprio di Tonut su azioni di tiro a consentire alla Virtus, dalla lunetta, di ricostruire il vantaggio all’intervallo lungo: 31-34.

Anche l’approccio di ripresa è difficile per l’Umana Reyer. A cavallo tra i due tempi, il parziale per Bologna arriva fino allo 0-14, per il nuovo massimo margine sul 31-44 al 23’30”. Dopo oltre 6′ di astinenza offensiva, Watt con un 2/2 dalla lunetta torna a muovere il punteggio orogranata, poi il primo canestro dal campo del secondo tempo è la tripla di Vitali subito dopo metà quarto (36-45). Nonostante la schiacciata di Harvey, è il momento dell’Umana Reyer, con Sanders grande protagonista: due triple di fila e time out Segafredo sul 42-47, poi un libero e 43-47 al 27′. Una strepitosa stoppata di Brooks è sfortunata, perché diventa una sorta di assist per la tripla di Tessitori del 43-50, ma la schiacciata di Echodas su assist di Vitali e il sottomano finale di De Nicolao valgono il 47-50 all’ultimo intervallo.

Nel quarto periodo, De Nicolao inventa subito l’assist per il 49-50 di Daye, anche se gli orogranata sciupano tre volte la palla del sorpasso, rispondendo con Sanders ad Alibegovic (51-52 al 32’30”) e, dopo altri due tiri sbagliati, con Tonut ad Harvey (53-54 al 34′). Il vantaggio arriva subito dopo il bonus orogranata con la schiacciata di Watt sul contropiede di Phillip e il +1 (57-56) permane a metà quarto grazie all’invenzione di Sanders (appena rientrato per un problema al ginocchio di Vitali) sulla rimessa,che Tonut trasforma in acrobazia. Sempre Tonut infila la tripla del 60-56 al 36′, con la Virtus al bonus al 37′ sul 60-58, ma in parità a quota 60 in contropiede con Weems al 37’30” e avanti 62-60 prima del 62-62 di Watt al 38′.

All’ultimo minuto si arriva però sul 64-68 per le triple di Harvey e Teodosic intervallate dalla schiacciata di Watt. Dopo il time out di coach De Raffaele, 2/2 di Daye dalla lunetta (66-68), 0/2 di Jaiteh a -42” e 1/2 di Watt a -24” (67-68). Stone spende subito fallo su Harvey (-22”): 2/2 e 67-70. Pajola ferma Tonut a -11” e dalla lunetta arriva ancora un 1/2, sbagliando però il primo libero (68-70). La panchina bolognese chiama time out, con Daye che spende il quinto fallo nel tentativo a -9” di stoppare Weems, ma il 2/2 dalla lunetta non chiude ancora i conti, perché la tripla di De Nicolao a -2” porta lo score sul 71-72. La nuova rimessa bolognese in attacco viene intercettata da Stone, che prova la preghiera da metà campo, ma non arriva il canestro.

Umana Reyer Venezia – Segafredo Virtus Bologna 71-72
Parziali: 11-20; 31-34; 47-50.

Umana Reyer
: Stone, Tonut 16, Daye 9, De Nicolao 5, Sanders 15, Phillip 2, Echodas 6, Mazzola, Brooks 2, Cerella ne, Vitali 3, Watt 13. All. De Raffaele

Virtus Segafredo
: Tessitori 5, Belinelli 6, Pajola 4, Alibegovic 2, Hervey 17, Ruzzier 2, Jaiteh 9, Alexander 2, Barbieri ne, Weems 7, Teodosic 14, Abass 4. All. Scariolo

Fonte: ufficio stampa Reyer Venezia
Photo Credits: LBA

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!