Francesco Ciarpella dice addio alla Sutor Montegranaro ''Credevo di meritare più rispetto''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/29-09-2021/francesco-ciarpella-dice-addio-sutor-montegranaro-credevo-meritare-rispetto-600.jpg

Social

Con un post pubblicato sul proprio profilo Facebook, Francesco Ciarpella ha salutato ufficialmente la Sutor Montegranaro di cui è stato capitano nella scorsa stagione. Questo il testo completo del suo post:

“Sei tutto tu per me, sei tu la mia passió, ti porterò per sempre nel mio cuor”. Finisce così, con un po' di amaro in bocca, questo sogno con la maglia Sutor durato 6 anni. È impossibile trovar le parole per definire questo fantastico percorso. Non avevo neanche un anno quando sono entrato per la prima volta al palazzetto a tifarti e mi hai regalato emozioni di ogni tipo, dalle immense gioie per le promozioni contro Rieti fino alla retrocessione a Cremona. Poi a soli 16 anni ho avuto la possibilità di coronare il sogno di qualsiasi bambino e vestire questa maglia. Ho sempre dato il massimo e a volte anche di più, giocando infortunato come negli ultimi Playout, per portare più in alto possibile il tuo nome, la scalata dalla serie D alla serie B è stato qualcosa di pazzesco e il ruolo di capitano negli ultimi mesi è stata la ciliegina sulla torta. Rimane il rammarico di aver concluso quest’esperienza con una retrocessione, ma la cosa che mi fa più male è dover precisare quello che è successo nelle ultime settimane.

Mi arrivano voci che dicono che sia stato io a rifiutare di rimanere alla Sutor e credo che sia giusto che si sentino entrambe le campane. Non ho mai messo bocca sulle scelte tecniche e mai avrei contestato un’eventuale scelta di non riconfermarmi. Credo però di meritare un po' di rispetto, e essere chiamato PER LA PRIMA VOLTA il 20 Agosto, a 3 giorni dal raduno, dopo che erano già stati ufficializzati 8 nuovi giocatori nel Roster non lo sia stato. Per di più sentendomi dire che ero un giocatore fondamentale, il capitano, il punto di riferimento di un roster già costruito. Nonostante questo sarei stato pronto a rimettermi in gioco, a lasciarmi tutto alle spalle e a smentire con l’impegno come ho sempre fatto in questi anni, per poi ricevere un’offerta inferiore di quasi il 20% di un rimborso già modesto che percepivo l’anno precedente.

Ho fatto una mia controproposta per restare, alla quale avrei dovuto ricevere una risposta di Domenica, ma a questo punto non so di quale settimana. Chiaramente non si è più sentito nessuno da lì in avanti, neanche per un saluto o per ringraziare per i 6 anni passati insieme e, tutta la storia, comprese le successive ricerche di un giocatore di un ruolo diverso dal mio, mi hanno fatto capire che sia stato cercato un pretesto per farmi passare dalla parte del torto e per quello che non era voluto rimanere. Dispiace aver trovato anche le porte chiuse, nel mio primo anno da senior, anche da coloro che avrebbero dovuto avere interesse che io avessi continuato questo percorso.

Ci tenevo a fare queste precisazioni, ma soprattutto a cogliere l’occasione per dire un grande GRAZIE alla Sutor, agli allenatori che mi hanno allenato, ai compagni che hanno vissuto questo percorso e si sono sacrificati con me perché in questi anni mi hanno fatto crescere sotto ogni aspetto. Un grazie immenso anche al Sutor Fans Club e ai Veregrensi perché hanno ricreato entusiasmo e perché hanno reso ancora più indimenticabile questa mia avventura. Infine grazie alla mia Famiglia, alla mia ragazza e al mio Agente, per avermi sopportato in questo mese difficile lontano da quello che amo fare di più. Pronto per una nuova avventura!!"

Photo Credits: Alfonso Alfonsi

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!