Eurocup, l'Aquila Basket Trento sfiora l'impresa a Krasnodar

Un’eroica Dolomiti Energia Trentino, incerottata e coraggiosa, si ferma a un passo dal colpaccio esterno sul campo di una delle grandi big dell’EuroCup 2021-22: contro il Lokomotiv Kuban Krasnodar finisce 97-95 una partita che l’Aquila impatta male ma che poi comanda con piglio e qualità, venendo beffata solo nel finale punto a punto dal debordante talento di Erick McCollum (29 punti e 13 assist) e Johnathan Motley (33 punti e 11 rimbalzi).

Per i bianconeri partita di grande cuore e volontà, con il gruppo italiano protagonista: 16 punti e miglior prestazione in carriera in EuroCup per Andrea Mezzanotte (4/6 dal campo e cinque rimbalzi), 17 punti e sei assist per Diego Flaccadori, minuti importanti per Max Ladurner (sette punti e due recuperi) e Luca Conti (quattro punti e quattro rimbalzi).

Non era della trasferta russa Cam Reynolds: gli esami strumentali effettuati al ginocchio destro dopo la forte contusione di domenica non hanno rivelato ulteriori complicazioni. Il giocatore svolgerà altri due giorni di terapie e lavoro differenziato a Trento per poi essere rivalutato. Oltre all’esterno USA, la Dolomiti Energia è stata per tutto il match o quasi orfana di Johnathan Williams, alle prese con un problema intestinale dalla notte precedente alla partita.

Così i tre USA bianconeri si sono presi ancora più responsabilità: Desonta Bradford e Wes Saunders segnano 18 punti a testa, 13 con 10 rimbalzi e quattro assist per Jordan Caroline.

La cronaca | Nei primi 5’ di partita il Lokomotiv sprigiona tutta la sua potenza, fisica e tecnica: Motley è già a quota 12 quando i russi scollinano la doppia cifra di vantaggio (17-5). A quel punto però i bianconeri si mettono in moto offensivamente con i tiri di Saunders e Mezzanotte, e aumentano anche la propria intensità difensiva: ne viene fuori un controbreak che con i canestri di Caroline e una tripla dello stesso Mezza chiude il quarto con Trento addirittura avanti 23-25. Due appoggi da sotto di JC e Forray convincono coach Pashutin a spendere un timeout (23-29 dopo 3’ di secondo quarto), anche perché per larghi tratti la difesa degli ospiti è un meccanismo perfetto o quasi: i bianconeri toccano il +9 con un layup di Conti, poi la doppia cifra di margine con un 2+1 di Flaccadori (34-44). All’intervallo lungo Trento nonostante le triple di McCollum e Ilnitskiy è ancora avanti (42-48).

I tiri liberi tengono avanti l’Aquila anche per buona parte del terzo quarto, con Flaccadori a fare la voce grossa in attacco e con Ladurner e Mezzanotte particolarmente incisivi sotto i tabelloni: con una tripla di Bradford e un tap-in di Caroline i bianconeri aggiornano il massimo vantaggio della partita sul +13 (52-72). Il finale di terzo quarto però è un monologo di McCollum, che riporta da solo o quasi in scia i russi (66-74 dopo 30’ di gioco). Tre triple clamorose di Bradford sbloccano l’attacco di Trento (70-83), Mezzanotte lo imita poco dopo, Saunders infila il canestro del 76-88: da quel momento in poi però Ilnitskiy e McCollum diventano letteralmente inarrestabili. La tripla del 93 pari del lungo russo spacca la partita, poi l’esterno americano segna un canestro impossibile per il vantaggio dei padroni di casa: Thompson ruba palla a Flaccadori e il Loko festeggia il quinto successo in sei partite di coppa.

Lokomotiv Kuban Krasnodar - Dolomiti Energia Trentino 97-95
(23-25, 44-48; 66-74)

Lokomotiv Kuban Krasnodar
: Whittington, McCollum 29, Cook 1, Motley 33, Kidd 8, Ilnitskiy 10, Elatontsev ne, Thompson 12, Williams 3, Paunic 1, Vedischev, Emchenko. Coach Pashutin.

Dolomiti Energia Trentino
: Bradford 18, Williams, Conti 4, Forray 2, Flaccadori 17, Saunders 18, Mezzanotte 16, Rudovic ne, Ladurner 7, Caroline 13. Coach Molin.  

Fonte: ufficio stampa Aquila Basket Trento

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!