Niente da fare per la Feba Civitanova contro il San Salvatore Selargius

Una Feba Civitanova Marche volitiva e combattete si arrende per 47-84 alla Techfind San Salvatore Selargius. Le momò hanno cercato di tenere testa alle avversarie che hanno fatto valere la loro prestanza fisica sotto le plance, e non solo. Le biancoblu hanno dato il massimo in campo, con una Bocola sugli scudi e con la pattuglia delle giovanissime che si sono messe in mostra nell’arco della gara. La partita si gioca nella cornice del Pala Risorgimento, posticipata alle 21.00, vista l'impraticabilità del Palazzetto di Civitanova Alta a causa del maltempo.

Primo quarto equilibrato fino a metà frazione, 10-11, con la Feba che tiene bene in difesa e trova buone soluzioni attacco. Le sarde si accendono nella seconda parte di frazione e, sorrette da El Habbab, trovano l’allungo sul 14-27 con cui si chiude la prima frazione. Nel secondo periodo si segna poco, con le ospiti che fanno fatica a trovare la via del canestro per l’intensità difensiva della Feba. Si accende l’ex di turno Rosellini sorretta da Ceccarelli e si va al riposo lungo sul 24-44.
Alla ripresa delle ostilità tocca a Zitkova mettere punti pesanti, 30-60, ma le momò non si demoralizzano e cercano di ricucire lo strappo 39-63. Nell’ultimo quarto la costante intraprendenza delle più giovani riduce il margine, 41-63, ma l’accelerata delle ospiti è letale ed alla fine chiudono sul 47-84.

“Eravamo consapevoli del fatto di non poter reggere il confronto a livello fisico contro le nostre avversarie, – commenta coach Donatella Melappioni – una squadra a cui paghiamo centimetri e chili in ogni ruolo e con giocatrici esperte nel quintetto che sanno trovare la giocata giusta per finalizzare. Una compagine così giovane come la nostra, con subito Trobbiani penalizzata per falli ovvero l’unica giocatrice esperta, ha fatto fatica alla lunga, però abbiamo tenuto il campo ed abbiamo fatto il nostro. Non posso che elogiare le ragazze che hanno giocato perché non hanno mollato mai e non hanno mostrato cedimenti. E’ stata comunque un’occasione per far crescere le nostre giovani”.

Feba Civitanova Marche - Techfind San Salvatore Selargius 47 - 84 (14-27, 24-44, 39-63, 47-84)

FEBA CIVITANOVA MARCHE
: Perrotti 8 (4/8, 0/3), Armillotta NE, Paoletti* 3 (0/2, 1/6), Angeloni 3 (1/5 da 2), Bocola* 17 (6/16, 0/1), Morbidoni, Trobbiani* 6 (3/4 da 2), Binci* 2 (0/2 da 2), Severini* 2 (1/3 da 2), Giacchetti 6 (1/4, 1/2), Malintoppi, Pronkina
Allenatore: Carmenati G.
Tiri da 2: 16/45 - Tiri da 3: 2/12 - Tiri Liberi: 9/13 - Rimbalzi: 26 8+18 (Bocola 11) - Assist: 11 (Giacchetti 3) - Palle Recuperate: 9 (Bocola 3) - Palle Perse: 10 (Squadra 2)

TECHFIND SAN SALVATORE SELARGIUS: Rosellini* 15 (0/2, 5/8), El Habbab* 18 (9/16 da 2), Mura 3 (1/2 da 3), Pandori 4 (1/2 da 2), Pinna 3 (0/2, 1/2), Cutrupi* 5 (2/6 da 2), Valenti 2 (1/1 da 2), Ceccarelli* 13 (3/3, 1/2), Demetrio Blecic 5 (2/2 da 2), Zitkova* 16 (3/5, 2/4)
Allenatore: Fioretto R.
Tiri da 2: 21/39 - Tiri da 3: 10/18 - Tiri Liberi: 12/20 - Rimbalzi: 47 13+34 (Cutrupi 16) - Assist: 16 (Ceccarelli 7) - Palle Recuperate: 2 (Ceccarelli 1) - Palle Perse: 13 (Zitkova 3)

Arbitri: Di Pinto F., Marconi A. 

Fonte: Matteo Valeri - ufficio stampa Feba Civitanova Marche

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!