Npc Rieti, Giuseppe Cattani ''La passione e l’affetto dimostrato nei nostri confronti ci ha dato la spinta per ripartire''

Messaggio di fine anno del Presidente dell'Npc Rieti Giuseppe Cattani:

Cari Amici,
non è facile analizzare con tranquillità quello che è successo in questi ultimi dodici mesi, che fortunatamente volgono al termine, trovandoci di fatto in una situazione simile, se non peggiore, a quella vissuta lo stesso periodo dell’anno scorso. Pensavo e speravo, credo come tanti, che nonostante i segnali non fossero incoraggianti si potesse superare al meglio il brutto periodo e sconfiggere la pandemia. Purtroppo così non è stato. In modi e tempistiche diverse quasi tutti sono stati “toccati” dal virus ma quello che è successo e vissuto da noi in NPC ritengo sia stato veramente troppo ed immeritato.

Non è una scusante per la retrocessione perché le cose non avvengono mai per caso e sicuramente ci abbiamo messo del nostro sul campo però, per onestà di ragionamento e rispetto dei miei valorosi giocatori e staff, devo pure constatare che quanto avvenuto al di fuori del rettangolo di gioco è stato vergognoso. Non mi va neanche di ricordare come ci è stato imposto di scendere in campo per disputare le partite da parte degli organi sportivi competenti in evidente e certificato, solo successivamente, contrasto con qualsiasi direttiva del Ministero della Salute. Abbiamo obbedito ed accettato il verdetto del campo con tanta delusione sapendo di avere sempre rispettati protocolli sanitari e regolamenti annessi. Noi di questo ne siamo fieri e ce ne vantiamo perché abbiamo fatto tutto ciò che la morale e l’etica sportiva impone. Non credo che tanti altri possano affermare questo senza abbassare gli occhi per vergogna quando lo affermano. Tutto basato da chi comanda, e vissuto da chi subisce, in uno stato di ipocrisia generale atta a garantire la continuazione di uno spettacolo, comunque falsato, con enormi sacrifici economici delle società abbindolate da promesse di ristori di fatto ancora lontani dal concretizzarsi.

Un colpo che, legato a tante altre situazioni contingenti non previste, avrebbe ammazzato un toro ed invece no! Eccoci ancora qua a condividere e grazie a tanti Amici e Veri Tifosi di questa squadra un progetto triennale per provare a tornare quanto prima dove meritiamo. La passione, l’affetto, il calore dimostrato nei nostri confronti, che non ha prezzo e non si compra, ci ha dato la spinta a rialzarci e ripartire. Alcuni hanno preferito abbandonare la nave, peccato per loro. Tante le idee, tanti i progetti, tanta la voglia che è tornata constatando che le persone vere sono incondizionatamente a sostenerci. Peccato vivere tutto ciò in una situazione inconsueta, stranissima, che Inconsciamente sta facendo subentrare in tutti anche una giustificata, dico io, preoccupazione perché non si vede la luce in fondo al tunnel. Ed allora quello che spero e voglio augurare a tutti per il nuovo anno è la NORMALITÀ. È una parola semplice, banale ma contestualizzata al particolare momento assume un valore enorme. Tantissimi sinceri Auguri per un Anno NORMALE. 

Giuseppe Cattani - Presidente Npc Rieti
Fonte: Npc Rieti

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!