Olimpia Milano, coach Fioretti ''Ci siamo preparati alla sfida contro la Virtus in condizioni molto estreme''

Prima contro seconda nella grande classica sfida del campionato italiano tra Olimpia Milano e Virtus Bologna, le squadre che hanno vinto più titoli italiani e hanno conquistato gli ultimi quattro trofei assegnati in Italia, due per parte. È una sfida in parte rovinata dalle tante indisponibilità che costringeranno ambedue le squadre a schierare roster fortemente incompleti, con l’aggravante dei tanti casi di Covid che hanno colpito soprattutto l’Olimpia nelle ultime due settimane e da cui la squadra non è ancora del tutto uscita. Le assenze per infortunio sono quelle di Shavon Shields, Dinos Mitoglou e Gigi Datome, ma ci sono altre incognite dettate dal recupero dei reduci dal Covid.

L’Olimpia ha giocato l’ultima partita il 19 dicembre a Trieste, poi è entrata in quarantena per una settimana. Si affrontano comunque due formazioni che stanno comandando il campionato italiano in modi molto differenti. L’Olimpia è prima difensivamente per punti, rimbalzi, assist, valutazione, tiri da due. Nelle stesse statistiche, la Virtus è prima offensivamente. Ma ovviamente sarà una gara differente da quella preventivata, visto il momento oltre che le assenze.

COACH MARIO FIORETTI – “Affrontiamo la miglior squadra offensiva del campionato, non lo dicono solo i numeri, ma anche il modo in cui gioca, i giocatori di cui dispone, prima di tutto i leader emotivi e tecnici Teodosic e Belinelli, ma anche altri elementi che hanno le qualità per cambiare volto a qualsiasi partita. Noi ci siamo preparati a questa gara nelle condizioni più estreme che ci sia mai capitato di fronteggiare, ma questo ci dà la forte motivazione di provare a far bene lo stesso, nonostante le vicissitudini”. 

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!