Pesante sconfitta per la Sutor Montegranaro sul campo della Real Sebastiani Rieti

Brutta sconfitta per la Sutor Montegranaro che a Rieti è stata battuta nettamente dalla Real Sebastiani per 83-53. Senza Galipò ai box per un problema al ginocchio e senza Alberti, per un infortunio alla caviglia, la compagine gialloblù ha retto bene nel primo tempo il confronto con i più quotati avversari per poi subire inesorabilmente il gioco dei sabini nella seconda parte della gara. Le assenze di Galipò e Alberti non devono essere un alibi però, le rotazioni accorciate hanno fatto la differenza e non solo quelle perché i calzaturieri hanno subito il gioco degli avversari, la strapotenza fisica a rimbalzo e il fatto di aver tirato con percentuali davvero troppo basse. Una battuta d’arresto così non ci voleva per una squadra che era in netta ripresa e che invece stavolta, nella seconda parte della contesa non è stata in grado di incidere come voleva.

Il primo canestro della contesa lo sigla Montanari per lo 0-2 iniziale. Maganza e Ndoja portano la Real Sebastiani avanti 6-2 dopo 3’ con la Sutor però che risponde presente grazie a Masciarelli. I sabini con una tripla di Ndoja provano a scappare sul 9-4 dopo 3’10”, Masciarelli da tre punti riporta in scia la Sutor, 9-7. Contento e Ndoja ancora dall’arco dei 6,75 regalano alla Real Sebastiani un altro vantaggio importante, 14-7, Re dall’arco però rimette subito in partita la Sutor, 14-10 al 6’. La gara a questo punto rimane in equilibrio per qualche minuto Dieng e Loschi firmano cinque punti in poco tempo e la squadra di Finelli vola al massimo vantaggio, 21-14 a 40” dalla prima sirena. Masciarelli prova a metterci una pezza, Piccin da tre punti fissa il punteggio dopo 10’ sul 24-16.

Okiljevic apre le danze nel secondo quarto realizza sei punti consecutivi che danno a Rieti il nuovo massimo vantaggio, 32-20 al 13’. La Sutor prova a rispondere con una difesa a zona 2/3 che qualche dividendo lo paga. Contento però con una tripla porta rieti al nuovo massimo vantaggio, 39-26 al 29’, Masciarelli e Crespi rimettono i gialloblù in linea di galleggiamento e al riposo lungo il punteggio è di 39-30.

Al ritorno in campo dopo il riposo lungo, la Sutor non riesce più a rispondere ai tentativi di allungo degli avversari, Rieti in difesa serra le maglie e i calzaturieri non riescono a produrre il loro gioco. La Real Sebastiani scappa e al 30’ è avanti di 23 lunghezze, 63-40. Montanari è l’ultimo a mollare, Massciarelli prova a dargli una mano, Crespi lotta contro Maganza, il resto però si accontenta di tiri buoni, ma che producono scarse percentuali di realizzazione. La Sutor sprofonda anche a meno 34, poi prova a ridimensionare una sconfitta che alla fine è pesante. Finisce 83-53 e adesso bisognerà valutare gli infortuni di Galipò e Alberti per preparare al meglio la sfida di domenica prossima contro Faenza. (Fonte: ufficio stampa Sutor Montegranaro)

Real Sebastiani Rieti - Sutor Montegranaro 83-53 (24-16, 15-14, 24-10, 20-13)

Real Sebastiani Rieti
: Federico Loschi 17 (4/4, 3/11), Marco Contento 14 (3/4, 2/4), Klaudio Ndoja 12 (2/5, 2/4), Lorenzo Piccin 10 (2/2, 2/5), Zdravko Okiljevic 8 (4/8, 0/1), Nicolas manuel Stanic 7 (2/3, 1/1), Omar Dieng 7 (3/5, 0/4), Marco Maganza 6 (3/4, 0/0), Alessandro Piazza 2 (1/1, 0/0), Eghosa samuel Ogiemwonyi 0 (0/2, 0/1), Mario jose Ghersetti 0 (0/0, 0/0), Roman Tchintcharauli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 5 / 8 - Rimbalzi: 42 12 + 30 (Marco Maganza 11) - Assist: 22 (Alessandro Piazza 8)

Sutor Montegranaro
: Fabio Montanari 18 (6/8, 0/1), Dario Masciarelli 15 (5/11, 1/4), Riccardo Crespi 12 (6/12, 0/0), Kirill Korsunov 3 (0/1, 1/4), Marco antonio Re 3 (0/2, 1/4), Leonardo Verdecchia 2 (1/1, 0/3), Matteo Botteghi 0 (0/5, 0/4), Alessio Mariani 0 (0/0, 0/0), Alessio Ambrogi 0 (0/0, 0/0), Claudio Malloni 0 (0/0, 0/0), Matteo Barbante 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 11 - Rimbalzi: 27 7 + 20 (Riccardo Crespi 7) - Assist: 6 (Dario Masciarelli , Matteo Botteghi 2) 

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!