Treviso Basket allunga nel finale e batte l'Olimpia Milano

L’Olimpia sempre con tutti i suoi assenti (Rodriguez, Delaney, Shields, Melli, Hines), contenendo il minutaggio di Hall, risparmiando di fatto anche Bentil, poi con le problematiche subentrate a gara in corso di Daniels e Biligha, cede nel quarto periodo alla verve di una Treviso volitiva, determinata, trascinata da un grande Dewayne Russell e traendo grande linfa da Matteo Chillo prima e da Giordano Bortolani poi portando a casa una meritata vittoria che la mantiene in qualche modo in corsa per i playoff. 80-74 il punteggio finale.

IL PRIMO QUARTO – Treviso parte forte con i canestri da fuori dei suoi lunghi, Sims e Chillo, che producono i primi otto punti della squadra. Poi si scalda anche Bortolani e il vantaggio tocca due volte i cinque punti. Gradualmente, l’Olimpia sale di tono in difesa dopo aver poggiato la manovra offensiva sui canestri di Gigi Datome, nove punti nella sua prima apparizione in campo. Il sorpasso lo firma Devon Hall con una penetrazione al ferro, poi Ben Bentil con un canestro da tre con il quale risponde alla tripla di Erick Green. Alla fine del primo periodo è 19-18 Olimpia.

IL SECONDO QUARTO – Milano allunga a più quattro due volte, con tre tiri liberi di Daniels e una schiacciata di Biligha. Poi l’attacco s’inceppa, arriva anche il secondo fallo di Hall, e Treviso ne approfitta per rimettere la testa avanti. Qui la gara è dominata dalle difese più che dagli attacchi piuttosto freddi nel tiro dalla lunga (Treviso fa 5/15 da tre, Milano 2/7). L’Olimpia torna avanti con un lungo jumper di Tommaso Baldasso, poi con due tiri liberi di Jerian Grant e infine finisce a più tre, 31-28, con due tiri liberi che Tarczewski si procura a rimbalzo.

IL TERZO QUARTO – La partita diventa più vivace, gli attacchi tornano a segnare. L’Olimpia usa Alviti e Kell in quintetto, trova buone soluzioni in attacco, ma subisce nella metà campo difensiva la prova di grande ispirazione al tiro di Matteo Chillo, che mette tre triple consecutive, incluso un gioco da quattro punti costruendo cinque punti di vantaggio per la sua squadra. L’Olimpia trova un po’ di energia in difesa, piazza un parziale di 7-0 coronato da un’entrata di Grant e una tripla di Baldasso riportandosi in vantaggio. L’ultimo canestro però è un tre di Giordano Bortolani che chiude il periodo sul 53-52 Treviso.

IL QUARTO QUARTO – Milano riprende il comando momentaneamente con una tripla di Datome, ma Treviso risponde ocn un gioco da tre di Dewayne Russell e due liberi di Aaron Jones. Il playmaker di Treviso diventa il protagonista della partita. Con cinque punti consecutivi scava il break sul quale Jurkatamm piazza dall’angolo la tripla che spacca la partita, 66-55 a meno 7:08, con time-out di Coach Messina. Il margine a favore di Treviso tocca i 12 punti incluso un gioco da quattro di Bortolani. L’Olimpia, nel frattempo rimasta senza Troy Daniels e Paul Biligha per lievi infortuni, riparte con cinque punti di Grant cancellati però da una tripla di Bortolani che ripristina un vantaggio in doppia cifra. Ancora una volta, Milano prova a rispondere, con due tiri liberi di Alviti e una tripla di Hall riavvicinandosi a cinque punti. Dal time-out di Marcelo Nicola, Treviso rientra con la tripla di un eccezionale Russell che di fatto è quella che chiude la partita, 80-74.

Per i tabellini completi CLICCA QUI


Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano 

 

Classifica: Serie A - Girone Unico

Squadra Pt G V P
Virtus Bologna 52 30 26 4
Olimpia Milano 48 30 24 6
Pallacanestro Brescia 42 30 21 9
Derthona Basket 34 30 17 13
Reyer Venezia 34 30 17 13
Dinamo Sassari 34 30 17 13
Pallacanestro Reggiana 30 30 15 15
Victoria Libertas Pesaro 28 30 14 16
Pallacanestro Trieste 2004 28 30 14 16
Treviso Basket 24 30 12 18
Pallacanestro Varese 24 30 12 18
New Basket Brindisi 24 30 12 18
Napoli Basket 22 30 11 19
Aquila Basket Trento 22 30 11 19
Fortitudo Bologna 18 30 9 21
Basket Cremona 16 30 8 22
© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!