Europei Under 18: oggi l'esordio dell'Italia contro la Croazia

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/30-07-2022/europei-under-esordio-italia-croazia-600.jpg

Social

Vigilia di Europeo per la Nazionale Under 18 maschile. La squadra di coach Andrea Capobianco è già a Izmir (Turchia), dove oggi, 30 luglio, aprirà la rassegna continentale sfidando la Croazia nella prima gara del Girone D (ore 19.30 in Italia). Poi Lituania (31 luglio, ore 15.00) e Montenegro (1 agosto, ore 12.45). Tutte le gare dell’Europeo sono in diretta streaming sul canale YouTube FIBA.

Le annate 2004 e 2005, che non hanno avuta la possibilità di giocare gli Europei Under 16 a causa della pandemia, sfideranno i pari età europei nella manifestazione organizzata nella storica città portuale del Mar Egeo. Per arrivare pronti all’appuntamento, in fase di preparazione la squadra di coach Capobianco ha disputato due tornei in trasferta, a Calatayud (Spagna), contro Serbia, Repubblica Ceca e Spagna, e ad Atene, contro Germania, Israele e Grecia.

Avversari di primissima fascia (bilancio di 3 vittorie e 3 sconfitte) che, come ricorda coach Capobianco, “abbiamo voluto incontrare perché questi giocatori, causa Covid, non hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con i ritmi di un evento organizzato all’estero, e quindi si sono dovuti interfacciare con le difficoltà legate alla logistica, oltre a giocare contro avversari di spessore, contro cui ogni dettaglio, come un passaggio nel momento giusto, un tagliafuori, un angolo di blocco giusto, può essere determinante. I segnali dal primo torneo in Spagna erano stati preoccupanti. Ma già in Grecia i ragazzi hanno avuto un approccio diverso e quindi una crescita incoraggiante, mettendo in campo tutto quello che occorre per poter competere nello scenario europeo: cuore, mentalità, attenzione e concentrazione”.

Anche per la prima fase dell’U18 European Championship 2022 il Girone ci ha riservato avversari di prima fascia: “Il Girone non è semplice, sicuramente. La forza della Croazia e della Lituania è nota, e il Montenegro ha diversi giocatori che possono stare nei roster di qualsiasi squadra europea. Sarà importante partire subito con la consapevolezza delle emozioni che si provano, ma rimanendo concentrati per tutto l’arco delle partite”.

Per lo staff tecnico il focus attuale sono le tre partite del Girone D, senza però distogliere l’attenzione sul livello medio di tutte le altre 15 squadre presenti a Izmir: “Nei tornei di preparazione abbiamo incontrato Nazionali che partecipano all’Europeo, il livello di questa competizione è molto alto. Vedremo cosa succederà, in partite ufficiali subentrano tanti altri aspetti oltre a quello squisitamente tecnico. Teniamo presente che questi ragazzi non hanno disputato il Campionato europeo Under 16 a causa della pandemia, e quindi questo è il loro primo evento continentale. Dalla formula della competizione, che prevede retrocessioni e quest’anno anche la qualificazione al Mondiale Under 19 del 2023, a un ritmo molto serrato delle partite, sono tutti aspetti che i ragazzi scopriranno vivendoli giorno per giorno. Sarà fondamentale la loro forza mentale. Quello che abbiamo sempre ripetuto ai giocatori è in primo luogo di essere competitivi nei propri confronti, cercando di alzare continuamente l’asticella. Giochiamo con anima e cervello, e all’ultima sirena guarderemo il tabellone”.

La formula degli Europei giovanili prevede la qualificazione di tutte le squadre alla Seconda Fase, con gli incroci negli Ottavi in base alla classifica stilata dopo la Fase a Gironi (in base ai piazzamenti, l’Italia affronterà una fra Serbia, Repubblica Ceca, Grecia o Slovenia).

Fonte: ufficio stampa Fip

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!