L'Italia vola a +14, ma Jokic guida la rimonta vincente della Serbia

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/20-08-2022/italia-vola-jokic-guida-rimonta-vincente-serbia-600.jpg

Social

Una bellissima Italia esce sconfitta a un soffio dalla fine dalla sfida contro la Serbia (86-90) nella prima semifinale della Supercup di Amburgo. Se il ko contro la Francia a Montpellier aveva segnato un passo indietro come detto dal CT Pozzecco, la sconfitta contro i serbi segna invece un netto miglioramento sulla via che porta alle gare ufficiali di fine agosto e inizio settembre. Oggi, sabato 20 agosto, gli Azzurri affronteranno alle 16.00 (live Sky Sport) la Repubblica Ceca, battuta ieri dalla Germania col punteggio di 101-90.

L’Italia parte forte fin da subito, detta il ritmo, segna tanto, difende ma è costretta a subire il ritorno, nell’ultimo minuto di gioco, di una formazione estremamente lunga ed estremamente talentuosa, di sicuro candidata al titolo di campione d’Europa. Una sconfitta che brucia per come è maturata ma che non può che essere da stimolo per gli Azzurri, che tra soli 5 giorni saranno chiamati a vincere contro l’Ucraina a Riga per raggiungere la qualificazione al Mondiale 2023. Career high ritoccato ancora per Simone Fontecchio, che chiude con 25 punti (24 il precedente a Bologna il 12 agosto scorso). Prestazione sopra le righe per Nicolò Melli con 17 punti 7 rimbalzi. In doppia cifra anche Nico Mannion (16 punti) e Stefano Tonut (12 punti).

Fin dalle prime battute si capisce che gli Azzurri non sono in campo per recitare la parte della vittima sacrificale: i grossi calibri serbi e l’assenza di Gallinari non sono in nessun modo un alibi per i ragazzi di coach Pozzecco, che partono forte e trovano il canestro avversario con regolarità. Melli è una presenza costante sotto entrambi i tabelloni e intorno a lui i compagni costruiscono un primo quarto fatto di intensità e corsa. Fontecchio è ispirato e l’apporto di Tonut e Ricci è decisivo per rimanere quasi sempre avanti ai serbi. Coach Pesic manda in campo i pezzi pregiati della sua artiglieria come Jokic e Micic ma il risultato, e l’inerzia, non cambiano. Nemmeno nel secondo quarto, quando l’energia di Nico Mannion fa davvero male alla Serbia e trascinando a forza l’Italia al massimo vantaggio (+13, 28-41). Fontecchio (14 punti nel primo tempo) e Ricci continuano a fare canestro e l’Italia sale di nuovo fino al +11 (40-51). Lucic e Milutinov accorciano con un rapido 5-0 ma nemmeno questo strappo interrompe l’onda Azzurra: Melli (12 punti e 5 rimbalzi in 20 minuti) dalla lunetta chiude una seconda frazione da 30 punti segnati.

La schiacciata di Lucic in avvio di ripresa sembra voler suonare la carica per i serbi ma nell’azione successiva Melli inchioda allo stesso modo e l’Italia ricomincia a macinare gioco, tanto da arrivare nuovamente sul +14 (50-64) con le tre triple consecutive di Fontecchio (2) e Melli al 25esimo. Messa alle corde la Serbia si punta tutto sui suoi uomini di maggior talento che non a caso accorciano sul 72-65 alla fine della terza frazione. La cattiva notizia è il quarto fallo fischiato a Simone Fontecchio. Ancor peggio il quinto di Polonara, costretto a lasciare il campo con ancora 7 minuti da giocare. Le triple di Marinkovic e Jaramaz sono pesantissime, quella di Jokic vale il sorpasso (81-80) a 2:40 dalla fine. La pressione sale: Fontecchio (nuovo career High in Nazionale, 25) e Tonut da dietro l’arco tengono l’Italia al comando seppure di un solo punto a 1:28 dal termine (84-85) ma ecco arrivare la doccia gelata: quinto fallo fischiato a Fontecchio e allungo decisivo di Jokic e Kalinic. Per il fuoriclasse serbo dei Nuggets una doppia doppia da 18 punti e 10 rimbalzi (+5 assist). Finisce 86-90 per la Serbia.

Italia - Serbia 86-90 (23-24, 30-20, 19-21, 14-25)

Italia: Spissu* 2 (1/1, 0/3), Mannion 16 (6/8, 1/5), Biligha 2 (1/1, 0/1), Tonut* 12 (3/4, 2/5), Melli* 17 (3/8, 2/3), Fontecchio* 25 (3/4, 5/8), Tessitori ne, Ricci 7 (2/4, 1/3), Baldasso ne, Polonara* 2 (1/2, 0/3), Pajola, Datome 3 (0/2, 1/5). All: Pozzecco

Serbia: Petrusev ne, Davidovac, Marinkovic* 4 (1/2 da tre), Kalinic* 9 (2/3, 1/2), Lucic* 15 (4/7, 2/3), Dobric 9 (3/3, 1/5), Ristic ne, Jokic 18 (4/7, 1/3), Jagodic-Kuridza (0/2, 0/1), Micic 15 (3/6, 3/4), Guduric ne, Jaramaz* 5 (1/2, 1/3), Simanic ne, Milutinov* 15 (4/5). All: Pesic

Tiri da due Ita 20/34, Ser 21/35; Tiri da tre Ita 12/36, Ser 10/23; Tiri liberi Ita 10/15, Ser 18/20. Rimbalzi Ita 28 (7 Melli e Ricci), Ser 35 (10 Jokic). Assist Ita 16 (5 Spissu), Ser 19 (5 Jokic).
Usciti 5 falli: Polonara (Ita), Fontecchio (Ita), Ricci (Ita)
Arbitri: Zulfikar Oruzgani (Germania), Anastasios Kardaris (Grecia), Armin Mutapcic (Germania)
Spettatori: 3.500

Fonte: ufficio stampa Fip

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!