L'Italbasket sfida l'Ucraina. Coach Pozzecco ''Non pensavo che i miei ragazzi riuscissero a giocare con questa continuità''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/05-09-2022/italbasket-sfida-ucraina-coach-pozzecco-pensavo-miei-ragazzi-riuscissero-giocare-questa-continuit-600.jpg

Social

Il primo giorno di riposo (anche se si è svolta una sessione mattutina di allenamento) all’EuroBasket 2022 è fatto di sensazioni contrastanti. Ha vinto la Grecia ma negli occhi 12.000 che hanno affollato il Forum ieri sera c’è ancora l’immagine di una squadra, l’Italia, che non si è mai data per vinta e anzi, ha lottato fino alla fine guadagnandosi anche il tiro per portare la contesa al supplementare. Tutto ciò di fronte ad una squadra che a detta di tutti è una delle grandi favorite per la Medaglia d’Oro, trascinata da una gemma di raro valore come Giannis Antetokounmpo incastonato in un roster di primissimo livello.

Nel giorno in cui si cerca di recuperare le energie per affrontare le ultime tra sfide del girone, gli Azzurri hanno il morale alto: “Si respirava un’atmosfera incredibile – commenta Marco Spissu – e spero si continui così anche nelle prossime gare. Il pubblico ci sta dando una grossa mano e vogliamo goderci ancora delle serate come quella di ieri. Per quanto riguarda la partita, ci prendiamo il bello di un match che abbiamo giocato senza fare un passo indietro dopo il buon esordio contro l’Estonia. La Grecia è molto forte e speriamo di incrociarli ancora, più avanti. Forse quella di ieri è stata una delle tra partite più belle che abbiamo mai avuto il piacere di giocare”.

Inevitabilmente lo sguardo è rivolto al match contro l’Ucraina, in programma domani alle 21.00 (live ELEVEN, Sky Sport Arena e Now). “Non dobbiamo commettere l’errore – dice Nicolò Melli – di pensare che sia una passeggiata solo perché li abbiamo battuti qualche giorno fa. La vittoria di Riga può essere un’arma a doppio taglio ma non vogliamo sottovalutare una squadra che ha fisico e talento sul perimetro”.

Dello stesso avviso coach Gianmarco Pozzecco: “In questo periodo storico – spiega – non esiste una partita facile. Tutte le squadra hanno giocatori in grado di metterti in difficoltà. Sarà complicato fino alla fine, non c’è dubbio. Non pensavo che i miei ragazzi riuscissero a giocare con questa continuità e devo proprio fare loro i complimenti, anche per come sono riusciti ad adattarsi alle difficoltà che abbiamo incontrato lungo il nostro percorso. Ieri ci siamo andati molto vicini ma quello che ho apprezzato di più è stato il grande senso di responsabilità che hanno dimostrato. Come non sottolineare il grande pubblico del Forum: la Nazionale deve essere un traino e sono sicuro che chiunque abbia visto la partita ieri si sia innamorato di questo sport”.

Fonte: ufficio stampa Fip

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!