L'Olimpia Milano allunga nel 2° tempo e batte la Pallacanestro Trieste

L’Olimpia si sblocca nel secondo tempo, corre, tira bene, alza l’energia della difesa con una prova di notevole intensità di Paul Biligha. Naz Mitrou-Long gioca un’altra partita di grande sostanza, segna tanto, tira bene da tre, fa sentire il suo atletismo anche a rimbalzo. Dopo un secondo quarto contratto, la squadra si diverte. Per Mitrou-Long c’è tempo per la standing ovation a fine gara. Alla fine in un secondo tempo da 60 punti, vince 98-81. Si tratta della vittoria interna consecutiva in campionato numero 26.

IL PRIMO QUARTO – Dopo il primo canestro di Frank Gaines, l’Olimpia fa 7-0 segnando tutti i primi tre canestri con le due guardie, Pangos e Hall. Trieste viene forzata a perdere sei palloni nei primi cinque minuti, però al tiro trova buone soluzioni soprattutto dall’arco. Con quattro triple impatta la gara sul 16-16 quando Milano usa soprattutto il tiro dalla media di Brandon Davies. L’Olimpia piazza un altro 9-0 con cinque punti di Voigtmann e scappa a più nove prima che un gioco da tre di Vildera chiuda il periodo sul 25-19.

IL SECONDO QUARTO – Il tentativo di allungo con una tripla di Mitrou-Long è frustrato poco dopo da una sequenza di possessi offensivi infrutttuosi. Trieste, che è efficace soprattutto con Frank Bartley in questa fase, ne approfitta. A metà del quarto impatta sul 30-30 obbligando Coach Messina a spendere il primo time-out. Al rientro però cambia poco. L’esecuzione offensiva resta farraginosa, le percentuali scendono, aumentano i brutti tiri. Trieste con Pacher sorpassa, poi tenta l’allungo scappando a più sette dopo otto minuti. Due canestri da tre di Mitrou-Long su due giochi rotti riportano Milano a meno uno, subito prima di una tripla sulla sirena di Bartley (16 punti nel primo tempo) per il 42-38 dell’intervallo.

IL TERZO QUARTO – Dopo due minuti e mezzo, l’Olimpia rimette la testa avanti con due canestri consecutivi di Kevin Pangos. Da quel momento, le squadre si scambiano i vantaggi. l’Olimpia non ha continuità e quando prova ad accelerare e correre lo fa comunque senza grande precisione. Su una palla persa, Trieste torna avanti, poi sale in cattedra Mitrou-Long con due triple, in mezzo c’è l’alley-oop con cui Pangos manda a schiacciare Biligha. Con un terzo quarto da 27 punti, Milano si riporta avanti di otto, 65-57 con un 8-0 di parziale conclusivo.

IL QUARTO QUARTO – Paul Biligha alza l’intensità della squadra nel quarto periodo: controlla il traffico aereo, segna un jumper dalla media, permette all’Olimpia di correre. Un contropiede chiuso da un assist di Mitrou-Long per Hall apre 11 punti a favore di Milano dopo poco più di due minuti. Dopo il time-out di Coach Legovich, l’Olimpia resta sciolta, chiude la difesa, corre e tira bene. Biligha converte due liberi, Hall segna da tre, lo stesso fa Mitrou-Long e il vantaggio epslode a quota 19 forzando il secondo time-out triestino. Ma a quel punto, l’Olimpia è padrona della gara. Nel finale, dopo la standing-ovation per Mitrou-Long arriva anche il primo canestro in Serie A del 16enne Samuele Miccoli.

Per i tabellini completi CLICCA QUI


Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

 

Classifica: Serie A - Girone Unico

Squadra Pt G V P
Virtus Bologna 16 8 8 0
Olimpia Milano 14 8 7 1
Derthona Basket 12 8 6 2
Pallacanestro Varese 12 8 6 2
Victoria Libertas Pesaro 10 8 5 3
Aquila Basket Trento 10 8 5 3
Reyer Venezia 8 8 4 4
Pallacanestro Brescia 8 8 4 4
Dinamo Sassari 6 8 3 5
Napoli Basket 6 8 3 5
New Basket Brindisi 6 8 3 5
Pallacanestro Reggiana 4 8 2 6
Scafati Basket 4 8 2 6
Treviso Basket 4 8 2 6
Scaligera Verona 4 8 2 6
Pallacanestro Trieste 2004 4 8 2 6
© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!