x




Eurocup, la Reyer Venezia espugna il campo della Pallacanestro Brescia

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/29-11-2022/eurocup-reyer-venezia-espugna-campo-pallacanestro-brescia-600.jpg

Social

Con una prestazione pressoché perfetta, l’Umana Reyer espugna il PalaLeonessa di Brescia nel derby di EuroCup, cogliendo, con il 60-80 alla Germani, il quarto successo consecutivo in Europa.
Ancora fuori capitan Bramos, rispetto al match di campionato con Trento torna in quintetto Granger, schierato con Freeman, Parks, l’altra novità Brooks e Watt, costretto però in panchina con due falli già dopo 2′ sul 5-0, sostituito da Tessitori, che firma il primo vantaggio orogranata al 4′ (7-8), dopo i tre liberi di Freeman e la tripla aperta di Parks, firmando subito dopo anche la tripla del 7-11. Nonostante il bonus speso prima di metà quarto, l’Umana Reyer alza il livello difensivo e mantiene il +4 (9-13) con Freeman al giro di boa del periodo. Sempre Tessitori e Freeman allungano ulteriormente (11-18 al 7’30”), infine chiude la tripla di Willis: 13-21 al primo intervallo.

Willis continua a cavalcare l’onda firmando il 13-25 all’11’, ma sono tutti gli orogranata schierati nelle rotazioni che continuano a mordere in difesa e a colpire in attacco: Sima a rimbalzo offensivo e Moraschini da recupero difensivo costringono Brescia al time out sul 13-29 al 12’30”, ma l’inerzia non cambia e una tripla di De Nicolao da 9 metri e la schiacciata di Sima portano al 15-34 al 13’30”. La Germani non si riavvicina più di tanto e, dal 18-34 subito dopo metà quarto, il rientro di un Tessitori in serata di grazia dà il la al nuovo break, che aggiorna progressivamente il divario: prima sul 21-43 al 19’30”, poi sul 24-46 alla sirena, con la tripla dall’angolo di Freeman a chiusura di uno schema disegnato da coach De Raffaele nel time out e poi perfettamente eseguito in campo.

L’intervallo lungo non cambia le cose: l’Umana Reyer riesce a tenere senza patemi l’inerzia in mano, ricominciando con la tripla di Parks e poi segnando di nuovo dall’arco con Freeman il 24-52 al 22’30”. E appena Brescia dà uno squillo (29-52 al 23’30”), coach De Raffaele chiama subito time out, con le cose che tornano immediatamente in carreggiata: segna Freeman, si sblocca Watt dalla lunetta, poi le triple di Brooks e Granger riscrivono il +28 (33-61) al 27′. Gli orogranata continuano a distribuire minuti ai giocatori a referto senza perdere sostanzialmente qualità, così la piccola reazione d’orgoglio della Germani ha effetti del tutto marginali: al 30′ chiude Willis sul 38-64.

Gli orogranata rallentano un po’ in avvio di ultimo quarto, con Brescia sotto il -20 (45-64) al 32′ e il primo canestro veneziano, primi punti personali di Spissu, in contropiede quasi dopo 3′ (45-66). Ormai è pieno garbage time, verso il 40′. Per onor di cronaca, c’è solo da annotare il 47-70 a metà periodo, con i padroni di casa che tornano sotto il ventello di ritardo sul 51-70 al 36′, schierano nel finale anche il 2005 Tanfoglio (mentre l’Umana Reyer propone Chillo), si riavvicinano fino al 60-76 nell’ultimo minuto anche se il punteggio finale poi recita 60-80.

Germani: Gabriel 6, Tanfoglio, Massinburg 12, Della Valle 2, Petrucelli, Cobbins 6, Odiase 8, Burns 4, Laquintana 6,
Cournooh 4, Moss 10, Akele 2. All. Magro

Umana Reyer: Spissu 2, Tessitori 11, Parks 11, Freeman 22, Sima 4, Moraschini 4, De Nicolao 3, Granger 4, Chillo, Brooks 5, Willis 13, Watt 1. All. De Raffaele

Parziali: 13-21; 24-46; 38-64.

Fonte: ufficio stampa Reyer Venezia 

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!