x




Sutor, Alessandro Baldo ''Contro la Valdiceppo per raccogliere i frutti del duro lavoro fatto''

Terza partita in sette giorni per i gialloblu impegnati domani alle ore 18 a Perugia contro la Sicoma Valdiceppo, gara valida per l'11° giornata di Serie C Gold (per l'incontro è prevista la diretta streaming sulla pagina Youtube di Marzella Photo Studio - Paradise City TV Productions).

I ragazzi di coach Patrizio, dopo la sconfitta in casa contro il Pisaurum arrivata negli ultimi minuti del match, cercano di riscattarsi per potersi rilanciare in classifica che li vede al nono posto, fermi a 10 punti. Per farlo, avranno bisogno del capitano Riccardo Lupetti che prova a recuperare dalla malattia che l'ha tenuto fuori nell'ultimo incontro e di una super prestazione di tutto il roster perché Valdiceppo è squadra molto competitiva. Lo dimostra la sua posizione in graduatoria (terzi con 14 punti), ma soprattutto lo dimostra la solidità e la fisicità mostrata nelle partite precedenti. che l'ha portata a vincere sul campo di Porto Recanti. Imbattuta da 5 giornate, la Sicoma può contare su un gruppo di giocatori consolidato (Edoardo Casuscelli, Umberto Meschini, Jacopo Anastasi, Filippo Speziali e Matteo Orlandi) e su i nuovi innesti che si stanno comportando bene e che stanno agevolando il lavoro di coach Alessio Fioravanti nelle rotazioni. Ultima tappa di un tour de force impegnativo per la Sutor, sia fisico che mentale. Ed è proprio il preparatore atletico Alessandro Baldo a fare il punto della situazione.

«È la terza partita in sette giorni e veniamo da due sconfitte consecutive. Stiamo cercando di ricaricare le pile soprattutto mentali per affrontare questo ultimo step di domenica. A livello fisico abbiamo lavorato duramente per preparare questa serie di partite e stiamo bene, grazie anche ai nostri fisioterapisti Federico e Simone con i quali mi interfaccio spesso sulle condizioni dei ragazzi. Speriamo domenica di riuscire a raccogliere qualche frutto di questo grande lavoro – dice Baldo che parla anche di questi primi mesi nello staff Sutor -. Per adesso, un'esperienza super positiva. È un grande onore poter lavorare in una società storica del basket italiano e siamo riusciti fin da subito a creare un rapporto positivo tra staff e giocatori. Con il coach giornalmente ci confrontiamo e concordiamo il lavoro più opportuno da fare con i ragazzi con i quali sono entrato subito in sintonia perché hanno una mentalità dedita al lavoro e al sacrifico. Si stanno impegnando tanto ma sappiamo che si può fare sempre di più per migliorare singolarmente e come gruppo squadra».

Fonte: ufficio stampa Sutor Basket Montegranaro

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!