Italbasket, Gallinari in campo contro la Lituania. Pozzecco ''Siamo qui per competere e lo faremo fino alla fine''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/05-07-2024/italbasket-gallinari-campo-lituania-pozzecco-siamo-competere-faremo-fino-fine-600.jpg

Social

Italia-Lituania. Il match, tanto evocato fin dal sorteggio di dicembre, avrà luogo domani sabato 6 luglio alle ore 22.00 italiane (live su DAZN, Sky Sport Max e Now). Sarà una delle due semifinali al Torneo Pre Olimpico di San Juan e sarà di certo un test durissimo per gli Azzurri, che dovranno cancellare in fretta la sconfitta contro il Portorico per continuare a coltivare il sogno a cinque cerchi.

Ottimismo circa le condizioni di Danilo Gallinari, uscito anzitempo nel finale del match contro il Portorico: a seguito di esami strumentali effettuati nella mattinata portoricana, è emerso un leggero trauma al ginocchio destro che non impedirà al giocatore di essere a disposizione dello staff tecnico Azzurro per la semifinale contro la Lituania.

Così il CT Gianmarco Pozzecco: “I tornei come questi riservano sempre grandi sorprese. Abbiamo visto in questi giorni risultati che non hanno rispettato il pronostico iniziale ma non c’è da stupirsi, il basket sta andando in questa direzione e ormai sono tante le Nazionali attrezzate ad alto livello. Non è il nostro caso, perchè il Portorico è una squadra forte, dista da noi solo tre posizioni nel ranking mondiale ed è in crescita. Andando avanti dovremo abituarci al fatto che l’asticella si sta alzando diffusamente. Domani ci attende una partita tosta e complicata ma allo stesso tempo stimolante. Siamo stati competitivi contro il Portorico e vogliamo esserlo anche domani. Siamo qui per competere e lo faremo fino alla fine“.

Come fu per la Serbia al Pre Olimpico di Belgrado, la Lituania è una delle bestie nere degli Azzurri. In 31 partite giocate, sono state solo 12 le vittorie italiane, tra le quali spicca, memorabile, la semifinale olimpica del 2004. Il 100-91 dell’OAKA di Atene ci spalancò le porte della finalissima, poi terminata con la sconfitta contro l’Argentina e l’Argento (17 punti in 21 minuti per Pozzecco). In generale però, i baltici hanno sempre reso la vita complicata all’Italia, che ad esempio ha perso 9 gare su 9 contro i lituani agli Europei a partire dal 1937, primo incrocio di sempre, nel torneo continentale in Lettonia (22-20). L’ultima vittoria è quella di Brescia nel novembre 2018 (70-65) nell’ambito delle qualificazioni al Mondiale cinese del 2019.

Privi di Jonas Valanciunas, out per questioni legate alla sua posizione contrattuale in NBA (in caso, tornerà disponibile per i Giochi), i lituani possono contare su Domantas Sabonis e una serie di giocatori di primo livello con esperienza in Eurolega. Il figlio di Arvydas e Marius Grigonis (Panathinaikos) sono rispettivamente il terzo e quarto marcatore di questo preolimpico con 17 e 19.5 punti di media dietro il messicano Ibarra e il portoricano Thompson Jr. (entrambi con 20). Sabonis ha collezionato anche 10 rimbalzi di media nelle prime due gare (Melli 8.5 con il picco degli 11 contro il Portorico). Due vittorie in due gare per la squadra di coach Kazys Maksvytis, che però ha dovuto faticare ben oltre il previsto in entrambi i casi: il primo tempo contro il Messico è stato in equilibrio, poi spezzato dal parziale di 34-17 del terzo quarto (96-84 il finale). Ancor più complesso il successo sulla Costa d’Avorio, avanti a pochi secondi dalla fine. Dopo aver subito un parziale di 30-18 nella terza frazione, i lituani hanno risposto con un ultimo quarto da 32-21 portandosi a casa l’intera posta, non senza qualche patema (97-93).

Indirettamente, la Lituania ha influito, eccome, nel percorso degli Azzurri al Mondiale nelle Filippine dello scorso anno. Una volta vinto il girone, l’Italia avrebbe dovuto incontrare proprio la Lituania ma i baltici sfoderarono una prestazione sontuosa contro gli USA (110-104) costringendoli al secondo posto. E dunque all’incrocio con l’Italia.

Guardando al roster, sono molte le armi a disposizione di coach Maksvytis: detto di Sabonis e Grigonis, occhio anche a Lukas Lekavicius, playmaker dello Zalgiris e Tadas Sedekerskis, compagno di squadra di Nico Mannion al Baskonia e capitano degli spagnoli. Con loro anche Rokas Jokubaitis del Barcellona e Donatas Motiejunas del Monaco. Tolti Sirvydis e Tubelis. l’ex Olimpia Milano Mindaugas Kuzminskas (AEK) e Sabonis (Sacramento, NBA), tutto il roster gioca in formazioni di Eurolega, compreso il blocco Zalgiris.

Sono tre gli allenatori italiani in Lituania: Andrea Trinchieri e Max Menetti rispettivamente head coach e assistente sulla panchina dello Zalgiris Kaunas e Alessandro Magro, neo coach dei Wolves di Vilnius.

Fonte: Fip 

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche: