x




Amatori Pescara 1976 - Magic Basket Chieti: 70 - 52 , Serie C Gold Abruzzo > Girone Unico

Inizia nel migliore dei modi il 2023 in casa Amatori. Complice il ko del Nuovo Basket Aquilano a Termoli, la squadra della città di Pescara torna in vetta dopo aver liquidato al PalaElettra l'avversario di turno (Magic Chieti) per 70-52 (parziali: 17-12, 10-13, 26-18-17-9). Prestazione da sottolineare di tutto il gruppo, coeso e compatto in ogni frangente a regalare al pubblico di casa un successo prezioso ed importante.

La gara. Senza l'influenzato Daniele Tinto, ma con i nuovi Pierucci e Rota a disposizione, la squadra di coach Federico D'Addio ha approcciato bene l'impegno, con testa accesa e motore rombante. Doppio play in campo sin dalla palla a due per la squadra della città di Pescara, con Pierucci e Origlia in campo a completare uno starting five composto anche da Serafini, Mazzarese e Pichi. E' stato Alessandro Origlia a siglare i primi 2 punti del nuovo anno solare, in un avvio di gara dove Chieti ha provato a condurre le danze, senza mai però riuscire a staccare i padroni di casa. Da metà parziale in poi, l'Amatori ha messo il muso davanti e ha chiuso in vantaggio 17-12 un primo quarto dai buoni ritmi e una buona presenza sotto le plance, ma con percentuali basse. Dopo 4' del secondo quarto si materializza il +8 Amatori (23-15). Chieti, però, non si scoraggia e piano piano accorcia, portandosi sul -2 a 1 giro di orologio all'intervallo. E con questo distacco minimo (27-25) le due squadre vanno al riposo (7 punti per Serafini, 6 per Suvak, al debutto interno dopo i 9 realizzati all'esordio assoluto ad Isernia).

Pierucci con un buonissimo arresto e tiro apre le danze del terzo periodo, intenso come i precedenti due, e poi si ripete con altri 5 punti in rapida successione. E' la scossa che consente al gruppo, orchestra che suona una melodia angelica, di scappare sul +15 in un batter d'occhio. 40-25 recita infatti il tabellone quando sono trascorsi 3 minuti da inizio terzo quarto. La panchina biancorossa ruota con puntualità i suoi elementi, trovando da ogni interprete ottime risposte e mantenendo così alte sia la concentrazione sia l'intensità. I biancorossi non azzannano definitivamente la gara e Chieti, che non ci sta, ringrazia, non si disunisce e accorcia sul -10, trascinato da un ottimo Madunic.

Ma Pierucci ci tiene a fare un figurone davanti ai suoi nuovi tifosi e continua a regalare punti e giocate da applausi. Il vantaggio fa la fisarmonica e all'ultimo, decisivo quarto le due squadre si presentano sul punteggio di 53-43 pro Amatori. La proverbiale stoppata di capitan Serafini (su Contini) è la gemma di apertura del quarto periodo. Dopo 1'40'' il vantaggio pescarese torna ad una cifra, ma Chieti è assai nervosa e paga dazio a livello disciplinare con un paio di tecnici comminati a suo danno. Eppure i neroverdi sono a pieno titolo in partita, anche perchè si segna pochissimo. L'Amatori, però, con lucidità e raziocinio gestisce in vantaggio, che anzi incrementa con un 2/2 dalla lunga distanza di uno scatenato Pierucci. Quando Serafini su assist splendido di Caggiano fissa il punteggio sul 63-46 la gara sembra segnata.

Così è, in effetti. L'Amatori è un fiume in piena che spezza gli argini neroverdi travolgendo gli avversari di giornata, comunque volenterosi e mai domi. Ma contro questa Amatori, che in scioltezza risponde colpo su colpo anche dall'arco ai tentativi dalla lunga distanza di rientrare degli ospiti, c'è poco da fare. Alla sirena il punteggio recita 70-52, che vuol dire vittoria e aggancio in vetta al Nuovo Basket Aquilano, caduto di misura a Termoli. Avanti così! 

Fonte: ufficio stampa Amatori Pescara

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche: