Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Aurora Basket Jesi - Virtus Civitanova: 84 - 71 , Serie B > Girone C

Derby a senso unico quello andato in scena all’UBI Banca Sport Center di Jesi. La formazione aurorina ospita la Virtus Civitanova (quota 8 punti in classifica), che tanto ha fatto patire il Campetto Ancona dieci giorni fa. Formazione al completo quella di Coach Valli, che nella sesta giornata di campionato recupera sia Micevic che Pederzini. E proprio lui realizza i primi due punti, dopo un 0-6 che aveva costretto Jesi a un minuto di riflessione. Bottioni cerca falli e realizza, andando così a festeggiare il suo compleanno (26 candeline per lui da spegnere stasera) con 13 punti a referto. Il primo quarto si chiude sul 16-8 per la squadra di casa, da cui emerge un solo unico palese dato: la percentuale di 16.7% (3/18) al tiro della Virtus, irriconoscibile rispetto a classifica e precedenti prestazioni (arrivando a sprecare ben 7 tiri da tre). Alla Tripla di Magrini risponde dalla stessa distanza Felicioni (19/11).

Il gioco di squadra jesino arriva con Casagrande che mette a frutto l’assist di Giampieri (21-11). Timeout per Coach Domizioli. Bravo Lovisotto a contenere le mire offensive di Valerio Amoroso. Il palas esplode su un ciaf da tre liscio come l’olio di Giampieri che manda subito l’Aurora a +15 (30-15). Timeout. La Virtus non ci sta a fare figuracce, e cerca di accorciare le distanze con Masciarelli, fino ad arrivare a -12 (39-27). Intervallo lungo: Bottioni è l’unico ad essere andato in doppia cifra (10).
Lovisotto da due, ai liberi ed ancora da due (44-27). Con Casagrande che recupera palla e va in velocità a canestro (47-30) l’Aurora guadagna terreno prezioso in ottica vantaggio, soprattutto per scongiurare una rimonta avversaria, che con i fratelli Amoroso è sempre dietro l’angolo.

Tripla di Magrini (50-35). Reagisce ancora una volta Masciarelli, ma il gioco di squadra è debole per la Virtus, mentre l’Aurora ne approfitta per fare il bello e il brutto tempo fra Micevic e Giampieri (54-37). Fallo in attacco a Masciarelli, che qualche giro di lancette dopo schiaccia in solitaria (57-42). Ed ancora lui è l’autore della tripla con fallo subìto (59-46) poco prima dello scadere del terzo quarto, azione pericolosa per l’Aurora che iniziava a sorridere. Gli ultimi dieci minuti di gioco si aprono sul 61-46 grazie a Lovisotto.

Valerio Amoroso da tre, ma Micevic segna e subisce mentre il palas si scalda sul +13 aurorino (65-52). Magico Giampieri, che mette in cassaforte la quarta vittoria stagionale con una tripla che vale il +20 (72-52). Ed è ancora lui a realizzare in scioltezza grazie al gioco di squadra ed all’assist finale di Magrini. Alessandri in solitaria realizza sotto il naso di tutti, ma è tardi per rimediare (74-54). Ancora Magrini da due quando mancano tre giri di lancette per vincere il derby. Lo scorrere del tempo è solo una formalità. Jesi avrebbe potuto difendere di più subito dopo la palla a due, ma se la Virtus Civitanova non si è aggiudicata il match è per via di quel gap incolmabile al tiro del primo tempo (una percentuale di 28.6 non è ammissibile per un’ambiziosa squadra in Serie B).

E mentre Jesi vacilla sul finale, Valerio Amoroso viene esonerato dal parquet per aver commesso 5 falli, di cui l’ultimo tecnico: incontenibile la tifoseria jesina. La partita si chiude sul punteggio di 84-71 e Jesi si appaia così in classifica alla Virtus Civitanova. Oltre 1.100 i tifosi che hanno assistito al derby Jesi-Civitanova: la prima giocherà in trasferta a Faenza, mentre la squadra di Coach Domizioli ha la possibilità di rifarsi fra le mura di Giulianova.
Il prossimo match in casa per l’Aurora Jesi sarà domenica 10 novembre contro Piacenza.

Aurora Basket Jesi - Rossella Virtus Civitanova Marche 84-71 (16-8, 23-19, 22-19, 23-25)

Aurora Basket Jesi: Mattia Magrini 17 (2/3, 2/5), Riccardo Casagrande 16 (6/8, 1/1), Isacco Lovisotto 14 (6/9, 0/0), Fabio Giampieri 12 (3/3, 2/4), Riccardo Bottioni 10 (3/6, 0/1), Marko Micevic 6 (3/6, 0/3), Riccardo Pederzini 5 (2/5, 0/0), Franco Migliori 4 (2/5, 0/2), Gabriele Mentonelli 0 (0/0, 0/0), Yusupha Konteh 0 (0/0, 0/0), Pietro Montanari 0 (0/0, 0/0), Babacar Kouyate 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 19 - Rimbalzi: 33 2 + 31 (Riccardo Casagrande 9) - Assist: 22 (Mattia Magrini, Riccardo Bottioni 6)

Rossella Virtus Civitanova Marche: Dario Masciarelli 29 (7/14, 4/6), Valerio Amoroso 13 (3/8, 2/7), Filippo Alessandri 10 (4/5, 0/4), Attilio Pierini 7 (2/2, 1/1), Francesco Amoroso 5 (1/3, 1/2), Fabrizio Trapani 4 (0/0, 1/4), Matteo Felicioni 3 (0/2, 1/4), Marco Vallasciani 0 (0/2, 0/1), Simone Rocchi 0 (0/1, 0/3), Simone Cimini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 9 - Rimbalzi: 35 9 + 26 (Valerio Amoroso 13) - Assist: 13 (Dario Masciarelli , Valerio Amoroso, Francesco Amoroso 3)

Nicoletta Canapa

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: