x




Dinamo Sassari - Pallacanestro Brescia: 92 - 94 , Serie A > Girone Unico

Ci è voluto un overtime per decidere l’equilibratissima sfida tra Banco di Sardegna Sassari e Germani Brescia, con i lombardi che, dopo 5’ extra, tornano a casa con due punti in più in classifica grazie al 94-92 finale. Sin dalla partenza il match è caratterizzato da un sostanziale equilibrio: per arrivare al primo vero tentativo di fuga bisogna attendere gli ultimi 2’ del primo periodo, quando due triple consecutive, prima di C.J. Massinburg e poi di Amedeo Della Valle, portano i lombardi avanti di 5 punti (16-21), distacco leggermente limato, in uno degli ultimi possessi utili per i padroni di casa, dall’1/2 alla lunetta di DeShawn Stephens (17-21).

Brescia prova a far valere l’inerzia della frazione d’apertura anche in quella successiva, e con il canestro di Tommaso Laquintana si porta sul +6 dopo 63” (18-24), allungando ulteriormente, ancora con il cestista classe 1995, fino ai 7 punti di vantaggio grazie a un viaggio senza errori dalla linea della carità con 7’23” sul cronometro (23-30). Gerald Robinson, con una bomba messa a segno a 4’ dall’intervallo lungo, prova a dare la scossa agli isolani con la tripla del -3 a 1’30” dall’intervallo lungo, ma Brescia continua a sfruttare la vena offensiva di Massinburg, Della Valle e Taylor per mantenere un distacco che solo una tripla allo scadere di Filip Kruslin porta a -4 a fine primo tempo (40-44).

Il Banco di Sardegna non vuole lasciare nulla al caso a inizio ripresa: Jamal Jones firma l’appoggio che vale il pari a quota 46 dopo poco meno di 3’ di gioco, ed è ancora Jones a portare in vantaggio la squadra di coach Piero Bucchi a 5’22” dall’ultimo mini-intervallo, precedendo di pochi secondi un’altra bomba di Kruslin che porta Sassari a +5 (56-51). Sulle ali dell’entusiasmo, il Banco di Sardegna continua a segnare e ad aumentare il proprio vantaggio, con Bendzius che fa esplodere l’entusiasmo dei tifosi della sua squadra con un gioco da tre punti a 2’ dalla fine del periodo e con la bomba del +12 a 49”, ultimo canestro di un periodo che si conclude sul 69-57.

Un Della Valle perfetto dalla linea di tiro libero riapre il match in apertura di quarto periodo, mentre i canestri di Massinburg e Cobbins (schiacciata per quest’ultimo) portano Brescia a -4 con 6’30” da giocare (69-65). Sassari fa fatica ad arrivare a canestro, mentre gli uomini di coach Alessandro Magro continuano una rimonta che si concretizza quando Cournooh mette a segno il jumper del +2 a 3’51” dalla sirena, che dà il via alla lunga volata finale (71-73). Robinson torna a segnare e consente al Banco di Sardegna di rimettere la testa avanti a 2’03” dal termine (79-77), ma un parziale di 5-0, chiuso dalla tripla di Kenny Gabriel con 53” sul cronometro riporta Brescia a +3 (79-82).

Finale intensissimo, con il +3 che resta fino agli ultimissimi secondi e Brescia che manda Jones in lunetta: la scommessa però non paga, perché il numero 0 di Sassari, dopo aver segnato il primo libero, sbaglia il secondo e segna il tap-in, portando le due squadre all’overtime (84-84). Brescia prova a spegnere l’inerzia della squadra di casa con la tripla di Cournooh a metà periodo, che porta gli ospiti avanti di 4 punti (86-90), e con quella di Della Valle che a 36” dal termine vale il +5 (88-93). Bendzius non si arrende e con una tripla rapidissima riporta il Banco di Sardegna a -2, ma lo stesso lituano sbaglia entrambi i tentativi dalla lunetta nel successivo possesso d’attacco, mentre l’1/2 di Gabriel è sufficiente per chiudere il discorso: alla sirena finale è 92-94.

Per i tabellini completi CLICCA QUI

Fonte: Lega Basket

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche: