Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Cus Ancona - FeBa Civitanova Under 20: 40 - 86

Non bastano l’immenso cuore e il tanto orgoglio messo in campo dalle ragazze del Cus Ancona Pallacanestro Femminile per evitare la sconfitta contro la Virtus Civitanova Basket. Le nostre avversarie, quotate e molto ben organizzate, si portano via l’intera posta in palio dalla Palestra Falcone incoronando una prova gagliarda e arcigna delle padrone di casa. Strologo e compagne provano per lunghi tratti ad opporsi alle civitanovesi, salvo poi cedere nel finale stremate per la fatica.

Non inganni il 40-86 finale, parziale duro ma non del tutto fedele a quanto visto in mezzo al campo. Orfane di coach Angelo Crucitti assente, e guidate in panchina dal preparatore Nicolas Crucitti, le anconetane hanno saputo giocare a viso aperto non risparmiandosi nemmeno nei momenti di difficoltà. Quel che sorprende è l’enorme rispetto e correttezza verso avversarie e direttori di gara, qualità assolutamente rara in tutto lo sport odierno.

La strada del lavoro, del sacrifico, del sudore e della programmazione presto darà i suoi frutti. In campo si sono visti spunti importanti su cui ripartire in settimana, dove si dovrà ancor di più migliorare sia la fase di possesso che quella di non possesso. Gli applausi a fine gara sono il giusto tributo ad un gruppo nuovo che si sta formando giorno dopo giorno e che presto, non c’è dubbio, centrerà le sue prime soddisfazioni.

Ufficio Stampa Cus Ancona

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: