Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Victoria Libertas Pesaro - Vis 2008 Ferrara: 64 - 63

VL PESARO – CSM ACCIAIO CARICENTO VIS 2008 64-63
(13-20, 23-13, 16-21, 12-9)

VL PESARO
: Giunta, Pensalfini, Marzi Manfroni, Magi, Bonci, Tognacci, Massani, Parlani, Sanchioni, Centis, Tombari, Alessandrini. All. Calbini, Ass. Iannetti.

CSM ACCIAIO CARICENTO
: Branchini, Salvardi, Bogliardi, Labovic, Antoci, Castaldini, Biolcati, Natali, Favali, Tedeschi, Manojlovic, Zanirato. All. Franchella, Ass. Campazzi e Luppi.

(in attesa di ricevere i tabellini)

Non è bastata una buona prestazione alla CSM Acciaio Caricento per sbancare il campo di Pesaro e permettere alla squadra di Franchella di mettere una pietra importante per raggiungere il secondo posto in classifica nel girone. Eppure i biancazzurri sono partiti molto bene andando avanti sul 20-13 con un buon avvio del duo Favali-Labovic, ma i pesaresi sono subito rientrati durante il secondo quarto sfruttando buoni tiri e il predominio a rimbalzo, 36-33 all’intervallo. Nel terzo quarto la Vis prova a scappare di nuovo (52-54 al 30°) con l’equilibrio che domina nei minuti finali.

Con la CSM Acciaio Caricento avanti di un punto, Pesaro riesce a sorpassare a pochi secondi dal termine, quando non viene fischiato un evidente fallo sul tiro a favore di Bogliardi e la partita termina con la vittoria dei biancorossi di casa guidati dall’ex Basket Club Ferrara Paolo Calbini. Ora alla Vis tocca il ritorno in terra pistoiese lunedì 30 aprile, ma saranno le partite con Siena, Latina e Senigallia a decidere se la Vis merita il passaggio del turno.

Ufficio Stampa CSM Acciaio Caricento

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: