Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Eurobasket Roma - Pescara Basket: 79 - 66

Il recupero della prima giornata dell’Interzona si conclude con un’amara sconfitta per Pescara Basket, che perde 66-79 per mano di una buonissima Eurobasket, capace di imprimere una svolta alla gara negli ultimi e decisivi dieci minuti. La gara di ieri ha mostrato lo stesso copione della partita giocata a Pontedera la settimana scorsa: Pescara parte bene, trova anche cospicui allunghi, ma, nel secondo tempo, quando aumenta l’aggressività degli avversari, perde troppa lucidità per sperare di vincere la partita. Ora la squadra del presidente Luca Di Censo vorrà tornare a fare punti tra le mura amiche, in quel palazzetto che dovrà cullare le speranze pescaresi di accedere alle finali nazionali.

La partita inizia nel migliore dei modi per gli abruzzesi, grazie a un approccio concentrato e tenace che azzera completamente il fattore campo e soprende un’ Eurobasket abbastanza contratta. Sia a causa degli errori dei romani sia grazie all’attenzione difensiva con la quale Pescara ottiene molti punti in contropiede, il primo periodo si chiude con un gap considerevole (13-24).

Nel secondo periodo i laziali entrano meglio in partita e sfoderano una prestazione di livello con la quale, pur rimanendo ancora sotto nel punteggio, limano considerevolmente il divario migliorando le percentuali al tiro. Pescara non riesce a bissare il parziale dei primi dieci minuti non tanto in attacco (che continua a funzionare discretamente bene) quanto in difesa, dove non riesce a tamponare al meglio le bocche da fuoco di coach Pilot. Pertanto le due compagini si apprestano alla pausa lunga in perfetto equilibrio (39-41).

Nella ripresa si consuma la sconfitta pescarese: in modo particolare la terza frazione si rivela quella decisiva per le sorti della gara. Roma, potendo ruotare una panchina lunga e soprattuto fisica, comprende come punire i punti deboli degli avversari e, aumentando l’intensità difensiva, blocca completamente la fluidità del gioco degli adriatici, stoppati a soli 11 punti. Tuttavia la difesa consente di assistere ancora ad un match aperto in vista degli ultimi dieci minuti (56-52).

Le difficoltà emerse nel break dei laziali mettono in crisi la tenuta fisica del roster di coach Di Tommaso che crolla letteralmente nell’ultimo quarto, non riuscendo a recuperare terreno. L’Eurobasket che ieri sera esordiva per la prima volta nell’Interzona tra le mura amiche, torna al successo dopo il colpo a domicilio a Jesi. Pescara, invece, termina questa lunga fase lontana dal Pala Aterno Gas&Power con un bilancio di una vittoria e due sconfitte. Alla luce di quanto visto fin qui, è emersa la certezza che Pescara Basket avrebbe meritato di più per quanto fatto vedere e che in campo amico non sarà facile per alcuna avversaria. Ora ci saranno alcuni giorni di pausa in occasione della Santa Pasqua. Poi si riprenderà più determinati di prima!

Commenta così coach Di Tommaso: “Che dire? È stata una partita fotocopia di quella di Pontedera in cui abbiamob fatto il nostro gioco per i primi tre quarti, trovando buone soluzioni e restando quasi sempre in vantaggio. Poi, nell’ultimo periodo, quando aumenta l’aggressività degli avversari, ci troviamo in difficoltà e, appena si crea un gap di 4/6 punti, molliamo e non riesco ancora a capire il perchè. A Jesi questo crollo non è accaduto perchè siamo arrivati agli ultimi dieci minuti con un vantaggio di 17 punti e siamo riusciti a proteggere la vittoria”

Eurobasket Roma: Bisuletti 4, Torresani 3, Santini 14, Nunzi 8, Voinea 2, Sperduto 21, Paganucci 6, Viscardi 4, De Lullo 7. Coach Pilot

Pescara Basket: Mariani 2, Faragalli, Facciolà, Di Giovanni 6, Ricci 1, Masciopinto 8, Del Sole 14, Mordini 19, Fasciocco 10, Di Donato 1, Capuani 5, Malkic. Coach Di Tommaso, Ass. Coach Arbizzani

Parziali: 13-24; 26-17 (39-41); 17-11 (56-52); 23-14 (79-66)

Ufficio Stampa Pescara Basket

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: