Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Perugia Basket - Victoria Libertas Pesaro: 62 - 68

Alla fine vince Pesaro come da pronostico, ma non è stata proprio una passeggiata; infatti, i ragazzi di Piselli non si sono fatti intimorire dalla superiorità fisica degli avversari e hanno tirato fuori una partita tutta cuore, che per poco non si tramutava in una splendida vittoria.
I pesaresi partono forte sia in attacco che in difesa, mettendo subito a dura prova la resistenza dei padroni di casa, che rispondono di squadra con l’arcigna difesa di Gamboni e Ragni, i balzi a rimbalzo di Spagnolli e con Palazzoni che lotta alla pari contro i lunghi (e grossi) avversari, ma si ritrova presto con 2 falli e deve lasciare a presidiare l’area ad Aprile, che non si fa trovare impreparato e porta il suo prezioso mattoncino. I marchigiani in attacco si affidano a Tignacci e Centis per provare a scappare, ma l’uragano Faina (entrato dopo 5 minuti) segna 9 punti di fila e il primo quarto finisce in parità. Nei secondi 10 minuti Perugia registra qualche passaggio a vuoto, mentre Pesaro mette sempre più intensità, riuscendo a prendere 10 punti di vantaggio; i marchigiani sembrano in controllo, ma una bomba di Gomez ridà vigore ai suoi e si va al riposo lungo con 8 punti da recuperare.

Nella ripresa Perugia riprende col piglio giusto, con Gatto che in difesa recupera palloni, in attacco invece Ciofetta “prende fuoco”: 3 bombe incredibili consecutive (17 punti nel quarto per lui) riportano i ragazzi di Piselli a ridosso degli ospiti, mandando in visibilio il pubblico perugino. I marchigiani subiscono il colpo, ma Bonci trascina i suoi e con alcuni canestri in avvicinamento riporta Pesaro in vantaggio.
Nell’ultimo quarto gli ospiti continuano a spingere, prendono qualche punto di vantaggio, ma i perugini non mollano e con un’altra bomba di Gomez si riaccende l’entusiasmo. Le speranze perugine svaniscono a 10 secondi dalla fine, quando il tiro da 3 di Faina sbatte più volte sul ferro, prima di uscire in maniera beffarda.
Vince Pesaro, ottima squadra, mentre Perugia esce con la consapevolezza che potrà essere una delle protagoniste del girone umbro-marchigiano. Il prossimo impegno per gli Under 18 perugini sarà mercoledì 25 ottobre alle 19.30 a San Benedetto del Tronto

PERUGIA BASKET – V.L. PESARO 62 – 68 (14-14, 11-19, 27-20, 10-15)

PERUGIA BASKET
: Gialletti, Ciofetta 24, Faina 20, Gomez 9, Gamboni, Pennicchi, Gatto 2, Ragni 3, Aprile, Palazzoni, De Paola, Spagnolli 4. All. Piselli, Ass. Boccioli.

V.L. PESARO
: Massani2, Giunta 6, Ceccarelli, Magi 6, Bonci 18, Pensalfini, Marzi Manfroni, Audic, Tignacci 14, Centis 13, Tombari 4, Alessandrini 5. All. Calbini, Ass Luminati

Arbitri
: Bandinelli e Servillo

Ufficio Stampa Perugia Basket

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: