Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Isernia Basket - Pisaurum Pesaro: 77 - 76 , Serie C Gold > Playout - Semifinali

L'Isernia Basket supera in volata il Pisaurum Pesaro e conquista il punto dell'1-1, rimandando ogni discorso di salvezza alla decisiva Gara 3 in programma a Pesaro Sabato 4 Maggio alle ore 18:00. Primo tempo equilibrato con i pesaresi sempre a tenere la testa avanti, seppur senza conquistare vantaggi importanti. I padroni di casa hanno il merito di rimanere sempre a contatto senza permettere ai propri avversari di scappare via. 

La svolta arriva nel terzo quarto quando i molisano cambiano ritmo piazzando un parziale di 27-11 che ribalta completamente la partita. Il Pisaurum ha comunque il merito di non mollare definitivamente ed anzi negli ultimi dieci minuti riesce a recuperare lo svantaggio sfiorando quella vittoria che avrebbe significato salvezza. Nell'Isernia grande prestazione per Caresta, top scorer della serata con 25 punti. Nel Pisaurum buone prove per Sinatra ed Alessandroni autori alla fine, rispettivamente, con 22 e 20 punti.

Isernia Basket - Pisaurum Pesaro 77-76

Isernia: Torreborre 16, Adins 4, Caresta 25, Cupito 8, Hussin 2, Porfidia 13, Cardinale ne, Otersons 5, Di Nezza 4, D'Adamo ne. All. Barbuto

Pesaro: Cercolani 12, Cecchini 12, Sinatra 22, Alessandroni 20, Vichi 6, Diotallevi 2, Bacchiani 2, Casano ne, Volpe, Chessa. All. Surico

Parziali: 17-22, 22-22, 27-11, 11-18.
Progressivi: 17-22, 39-44, 66-55, 77-76.
Usciti per 5 falli: nessuno

Arbitri: Correale e Leggiero

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: