Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Olimpia Milano - Aquila Basket Trento: 81 - 69 , Serie A > Girone Unico

L’Olimpia soffre un po’ nei primi minuti, poi si sblocca e gioca una partita solida, con un margine ampliato gradualmente e spazio per tutti i 12 giocatori, nessuno oltre gli 11 punti di Della Valle, top scorer, nell’81-69 finale. Nasce così la vittoria consecutiva numero cinque in campionato, che è anche l’ottava nelle ultime nove.

IL PRIMO TEMPO – Trento è letale nell’esecuzione dell’attacco in avvio di gara: crea mismatch con Gentile e Pascolo vicino a canestro, ma soprattutto costruisce tiri ad alta percentuale. L’Olimpia risponde colpo su colpo perché trova due triple di Aaron White (10 nel primo tempo) e un gioco da tre punti di Gudaitis. Sorpassa per la prima volta sul 13-12, prima del time-out voluto da Coach Messina. L’Olimpia tenta l’allungo su una sequenza che comprende un alley-oop di Rodriguez per Tarczewski e una tripla dello stesso Rodriguez. Il vantaggio tocca i sei punti, ma Trento replica con Pascolo da sotto e una tripla di Gentile rientrando a meno uno. Due canestri di fila di White – alley-oop di Rodriguez e contropiede chiuso in solitario – restituiscono l’inerzia a Milano forzando il time-out di Coach Brienza.

L’Olimpia però continua a correre: Della Valle completa un gioco da quattro punti, mentre la difesa sale di colpi. Alla fine del primo quarto è 28-21 Olimpia. Nel secondo, Milano tenta di allungare ancora. Torna a più nove un paio di volte, ma non trova più l’esecuzione dei minuti precedenti così incassa la rimonta di Trento. Kelly fa 2/2 dalla lunetta, poi Gentile con la sua caratteristica conclusione dalla media firma il meno tre e Coach Messina decide di fermare la partita. Ma al ritorno, Trento estende il momento favorevole, tornando a meno uno prima della seconda tripla di Rodriguez. Qui, Milano ritrova un po’ di ritmo, Moraschini segna due volte di fila, prima penetrando e poi dall’arco. Alla fine del primo tempo è 43-38 Olimpia.

IL SECONDO TEMPO – L’Olimpia parte con una tripla di Rodriguez e un mezzo gancio di Brooks e ritornando a più nove. Ma Trento come sempre risponde, questa volta con una tripla di Blackmon. E’ un libero di Tarczewski a scavare per la prima volta un margine in doppia cifra sul 51-41. La tripla di Micov podo dopo vale il più 13 oltre al time-out di Brienza. Al rientro, Trento è più solida in difesa, così ferma l’emorragia. L’Olimpia però continua a difendere, a rubare palloni. Gudaitis è una presenza nelle due aree. Anche se sbaglia qualche tiro libero, è lui ad allungare a più 15, due volte. Alla fine del terzo, l’Olimpia è avanti 62-47. Nel quarto, arriva quasi subito il quarto fallo di Micov. Rodriguez alimenta il gioco interno di Tarczewski consentendo a Milano di mantenere il vantaggio. Poi due liberi di Della Valle e una tripla in transizione di Micov amplificano il margine fino a venti punti. Qui Coach Messina svuota la panchina, James Blackmon fa bottino riducendo il distacco, nell’81-69 finale.

Per le statistiche ed i tabellini CLICCA QUI

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: