Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Olimpia Milano - Basket Brescia: 65 - 73 , Serie A > Girone Unico

Il debutto casalingo dell’Olimpia è infelice. Condannata da percentuali di tiro bassissime, soprattutto da tre, 0/11 nel primo tempo, 2/20 alla fine, insegue Brescia per tutta la gara, mette la testa avanti nel terzo quarto ma non trova ritrmo e alla fine perde 73-65. E’ la prima sconfitta stagionale, preseason inclusa, frutto di tanti errori al tiro contro una squadra che ha giocato bene, è stata matura e ha meritato la vittoria, soprattutto perché quando si è trovata sotto ha replicato allungando con tre triple consecutive in uno dei rari momenti in cui la difesa non è riuscita a chiudere tutto. L’Olimpia ha anche fatto il suo in difesa, ha sporcato tanti palloni, forzato palle perse, ma non è mai stata assistita dal tiro.

IL PRIMO TEMPO – Brescia parte meglio, soprattutto trova canestri facili, i primi quattro punti li segna Horton. Sull’11-6 con il secondo canestro segnato in transizione, Coach Messina spende il primo time-out. Ma Brescia continua a correre e Milano è in ritardo, ha percentuali basse, scivola a meno nove sul 17-8 dopo poco più di cinque minuti. Dopo il primo giro di cambi, la storia della gara cambia poco. L’Olimpia si “abbassa” con due playmaker e poi con due playmaker e Della Valle da ala piccola nominale, usa tanto Moraschini da 4. Diventa un po’ più aggressiva in difesa, ma manca di precisione in attacco. Rodriguez trova il primo canestro su una pentrazione a difesa schierata, ma alla fine del primo quarto è 21-10 Brescia, complice il 5/20 dal campo, senza tiri liberi e senza canestri da tre.

Mack attacca il secondo quarto con un gioco da tre punti. Due tiri liberi di Tarczewski e un’altra penetrazione di Rodriguez restituiscono un po’ di ritmo a Milano costringendo Coach Esposito al time-out nel momento in cui il deficit scende da 11 a sette punti. Tre tiri liberi di Michael Roll ricuciono a meno uno, prima che Vitali fermi il parziale con un’entrata centrale. Attaccando l’area, senza il supporto dle tiro da fuori, l’Olimpia si procura viaggi in lunetta (9/11), ma chiude il primo tempo 0/11 dall’arco. Landsdowne prova ad allungare ancora, più quattro, Milano replica con un canestro e fallo di Mack poi una schiacciata di Brooks su palla rubata da Rodriguez che a metà gara firma il 31-31.

IL SECONDO TEMPO – L’Olimpia rompe il ghiaccio con una tripla frontale di Michael Roll, la prima della gara, che ripristina il vantaggio milanese dopo le primissime battute. Cain con i suoi muscoli in mezzo all’area a rimbalzo impatta ancora a quota 40. Tarczewski risponde all’avversario centrando quattro tiri liberi di fila. Poi Mack in transizione allunga a più sei. La fuga non si materializza: una palla persa alimenta il contropiede di Brescia e convince Messina a fermare la partita. Dopo otto minuti, Brescia esplode in un 9-0 scritto da tre triple consecutive, Sacchetti, Laquintana e Abass. L’Olimpia si ferma ancora e alla fine del terzo è sotto 54-48. Milano continua a non centrare il bersaglio da tre, ma non smette di difendere.

Un jumper dalla media di Roll e un canestro in contropiede di Mack su palla rubata da Moraschini le consentono di rientrare a meno due dopo due minuti del quarto quarto. Esposito ferma subito la partita, l’Olimpia con Roll in transizione pareggia a quota 54. Horton risponde ancora. Lo stesso fa Tarczewski su un pallone alzato da Rodriguez. Brescia però continuare a macinare gioco. Zerini da sotto ripristina quattro punti di margine. L’Olimpia resta lì. Dalla lunetta, Moraschini ricuce a meno due. Moss dall’angolo a tre minuti dalla fine stampa il più cinque del time-out di Messina. Ma segnare da fuori rimane un’impresa e così la rimonta si rivela impossibile. La seconda tripla della gara, di Rodriguez, arriva a gara finita. Brescia vince 73-65.

NOTE – Vlado Micov ha osservato un turno di riposo, causa lombalgia. L’Olimpia ha iscritto a referto 11 giocatori.

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: