Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Poderosa Montegranaro - Bergamo Basket 2014: 73 - 75 , Serie A2 > Playoff - Quarti di Finale

Partita epica come solo i playoff possono essere. Bergamo non ci sta a fare la vittima sacrificale e mette ko la Poderosa per 73/75 dopo un match imprevedibile, mai scontato fino all’ultimo possesso palla. ‘O capitano! Mio capitano’ citando ‘L’attimo fuggente’: la prima azione è tutta di Amoroso con una tripla che lascia senza fiato. Ma Bergamo non ci sta a fare da vittima sacrificale ed il tandem Roderick-Fattori risponde a dovere, sorpassando in un batter d’occhio i veregensi fino al raddoppio 5/11. Simmons con una tripla riaggianca gli avversari e, complice un ferro di Fattori, Amoroso mette un’altra bomba ed è parità (12/12).

Ma Fattori è un mago sotto canestro, e non è da meno Roderick (che da solo totalizza 13 punti nel primo quarto, appena uno in meno di quanto realizzato appena 48 ore fa). Showtime tutto di Corbett che riporta la parità (17/17) con un paio di triple dopo una falcata orobica, ma dall’altra parte c’è sempre un Roderick che segna e subisce fallo per volare a +3 (17/20). Adrenalina come se piovesse per Corbett che fa esplodere il palazzetto con una bomba, ma a chiudere il primo quarto è Roderick (26/24).

Per le troppe energie profuse nei primi dieci minuti di gioco, entrambe le formazioni rallentano e dopo cinque giri di lancette il punteggio è 31/33 per gli ospiti, con un Roderick semplicemente immarcabile. Timeout. Fattori, secondo miglior marcatore bergamasco della serata (20 punti), è punitivo dalla lunetta esterna mentre l’americano continua a fare pentole e coperchi (31/38). Simmons si fa perdonare una schiacciata sbeccata con una tripla dall’angolo esterno. Timeout. Il primo tempo si chiude con Negri che sottrae il pallone all’americano e va a canestro: 39/43.

Zugno recupera un pallone, subisce fallo e nonostante i fischi ai liberi fa 2/2: Bergamo vola a +7 (39/46). Sbecchi a destra e a sinistra, senza contare una forte pressione difensiva su Roderick, dal canto suo –miracolosamente- fermo a un fallo commesso. Ancora Fattori in uno contro uno (42/50) ed ecco che il divario si amplifica. Il protagonista di Gara 2 è solo uno: la guardia classe 1988 che risponde al nome di Roderick a tratti sembra giocare uno contro cinque, inventandosi di tutto e portando i suoi al massimo vantaggio di + 8. Magica azione culminata da Casella in una tripla e poi Simmons da due (51/59), mentre il superman Roderick spende un fallo su Corbett, per poi andare in panca a ossigenarsi un po’. Chiude il terzo quarto un Benvenuti scoperto sotto canestro (55/63).

L’ultimo quarto ha fatto sperare il meglio al nutrito pubblico del Palassavelli, ma invano. Simmons prima realizza da sotto su pallone servito da Amoroso (57/63) poi stecca una tripla. Fattori e Roderick spendono un paio di falli (saliti così rispettivamente a 2 e 3) ma ai liberi Simmons fa zero. Al ciaf da tre di Zugno risponde Corbett dalla stessa distanza (59/65). Simmons da sotto segna e subisce a tre minuti e mezzo alla fine, 62/65. Ma Zugno è micidiale dai 675 centimetri (62/68) ed è timeout su possesso di Bergamo. A Roderick entra di tutto (62/70) e non è da meno Corbett che centra ben due triple, ribaltando il punteggio: 69/71.

A tratti Bergamo sembra aver tirato i remi in barca, ma non con Casella che ai liberi fa il suo dovere (a differenza di una Poderosa insoddisfacente a cronometro fermo con 16/25). Possesso Poderosa: Amoroso ai liberi fa due su due, ma Zugno non è da meno ed a Corbett sulla sirena non riesce il miracolo da tre. Chapeau per una Bergamo ancora priva di Taylor, che ha trovato in Roderick il suo salvatore. Gli orobici ospiteranno la XL Extralight venerdì 17 maggio alle 20,30 mentre l’eventuale gara 5 sarà sempre al Palasavelli mercoledì 22 maggio alle 21.

XL Extralight Montegranaro - Bergamo 73-75 (26-24, 13-19, 16-20, 18-12)

XL Extralight Montegranaro: Lamarshall Corbett 35 (8/11, 4/8), Jeremy Simmons 15 (6/10, 0/1), Valerio Amoroso 11 (1/2, 2/6), Matteo Negri 7 (2/5, 0/2), Filippo Testa 3 (0/0, 1/1), Martino Mastellari 2 (1/2, 0/4), Matteo Palermo 0 (0/1, 0/4), Kaspar Treier 0 (0/0, 0/1), Andrea Traini 0 (0/0, 0/3), Danilo Petrovic 0 (0/1, 0/0), Giuseppe Angellotti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 25 - Rimbalzi: 34 10 + 24 (Jeremy Simmons 11) - Assist: 13 (Valerio Amoroso, Matteo Negri 3)

Bergamo: Terrence Roderick 29 (9/18, 2/5), Giovanni Fattori 20 (5/8, 2/5), Ruben Zugno 12 (3/8, 1/4), Andrea Casella 7 (1/2, 1/3), Lorenzo Benvenuti 4 (1/1, 0/1), Luigi Sergio 3 (0/0, 1/2), Ferdi Bedini 0 (0/0, 0/0), Dario Zucca 0 (0/1, 0/1), Marcello Piccoli 0 (0/0, 0/0), Andrea Augeri 0 (0/0, 0/0), Federico Marelli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 21 - Rimbalzi: 31 4 + 27 (Terrence Roderick 12) - Assist: 8 (Terrence Roderick 4)

Nicoletta Canapa

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: