Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Poderosa Montegranaro - Pallacanestro Piacentina: 62 - 73 , Serie A2 > Girone Est

Cade per la prima volta dall’inizio del campionato, e cade in casa la XL Extralight di Coach Panotto, che non riesce a rispondere a tono a una Piacenza a caccia della terza vittoria consecutiva, dopo quelle contro Jesi e Roseto. Che la Bakery si presentasse al Palasavelli con il coltello fra i denti si sapeva, e i fatti lo hanno dimostrato. Ottimo gioco di squadra e rotazione impeccabile fra le fila di coach Coppeta, con un Crosariol incontenibile tanto in attacco, con schiacciate vertiginose, quanto in difesa, stoppando appena se ne presenta l’occasione. Punteggio alto nel primo quarto, che si chiude sulla parità di 19 punti, con la Poderosa che non riesce a contenere gli avversari sotto canestro.

Amoroso dice la sua all’inizio del secondo quarto, e Coppeta risponde facendolo marcare da Crosariol. Più snella e priva di errori la corsa della Poderosa, che dopo tre minuti di gioco ha messo in cassaforte un parziale di 7-0. Timeout Bakery. Botta e risposta fra Green e la Poderosa: l’americano di Piacenza mette una tripla, gli risponde Corbett mandando in visibilio il Palasavelli sul 20/24, ed ancora da tre Green. Timeout Pancotto. Showtime Simmons con assist di Negri e si scivola a +5 (32/27). Con Testa in velocità da due, la Poderosa inizia ad allungare le distanze, e coach Coppeta chiama timeout, l’ultimo prima di chiudere il primo tempo del match sul 36/31, dopo una tripla di Voskuil (per lui 14 punti a referto, appena un fallo e 3 rimbalzi).

Black out per i veregrensi: al rientro dall’intervallo lungo inizia l’ascesa piacentina. Green è inarrestabile, e gli fanno eco tutti i compagni di squadra. Parziale di 4/21, con Voskuil che rincara la dose da due ed ai liberi. Non molla la presa Corbet, che si inventa di tutto come pure fa Treier, che segna una miracolosa bomba, proprio sulla sirena, dalla linea da tre degli avversari. Chiuso il parziale di 14/25, si va al quarto quarto sul 50/56.
Meno dieci per Amoroso e compagni a cinque minuti dalla fine, che capiscono che difendere non sia poi una brutta idea e contengono gli avversari fino al 55/66, dopodichè un ottimo Castelli torna a segnare. Non c’è più nulla da fare per la Poderosa, cui va il merito di averci creduto fino alla fine, mentre a Piacenza –pur senza il fondamentale apporto tregua di Pederzini, che ha assistito alla vittoria dei suoi dalla tribuna- quello di aver sfruttato ogni minimo errore dell’avversario ed essere andata a caccia di palloni senza. La partita finisce 62/73.

XL Extralight Montegranaro - Bakery Piacenza 62-73 (19-19, 17-12, 14-25, 12-17)

XL Extralight Montegranaro
: Lamarshall Corbett 17 (7/12, 1/7), Valerio Amoroso 14 (4/9, 2/8), Jeremy Simmons 9 (4/5, 0/0), Matteo Negri 8 (2/6, 0/1), Matteo Palermo 6 (0/1, 1/2), Filippo Testa 5 (1/2, 1/1), Kaspar Treier 3 (0/1, 1/4), Martino Mastellari 0 (0/0, 0/2), Danilo Petrovic 0 (0/0, 0/0), Andrea Traini 0 (0/0, 0/0), Francesco Ciarpella 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 10 - Rimbalzi: 32 7 + 25 (Jeremy Simmons 12) - Assist: 13 (Lamarshall Corbett 6)

Bakery Piacenza
: Marques Green 22 (1/6, 6/10), Andrea Crosariol 18 (9/16, 0/0), Alan Voskuil 14 (2/4, 3/9), Riccardo Castelli 12 (4/8, 1/3), Alessandro Buffo 3 (0/0, 1/1), Riccardo Perego 2 (1/4, 0/0), Kurt Cassar 2 (1/2, 0/0), Andrea Pastore 0 (0/1, 0/1), Davide Liberati 0 (0/0, 0/0), Filippo Guerra 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 4 / 5 - Rimbalzi: 33 8 + 25 (Andrea Crosariol 8) - Assist: 15 (Marques Green 6)

Nicoletta Canapa

ENGLISH VERSION

It falls for the first time since the start of the season, and the XL Extralight of Coach Panotto falls into the home, which fails to respond in a tone to a Piacenza in pursuit of the third consecutive victory, after those against Jesi and Roseto. That the Bakery presented itself to the Palasavelli with the knife between its teeth was known, and the facts have shown it. Excellent team play and impeccable rotation between the ranks of coach Coppeta, with an irrepressible Crosariol in attack, with dizzying dunks, as in defense, stopping as soon as the opportunity presents itself. High score in the first quarter, which closes on the equal of 19 points, with the Poderosa who can not contain the opponents under the basket.

Amoroso tells her at the beginning of the second quarter, and Coppeta replies making him mark by Crosariol. The run of Poderosa was leaner and more error-free, and after three minutes of play she put a partial 7-0 in the safe. Bakery Timeout. Botta and response between Green and Poderosa: the American of Piacenza puts a triple, Corbett responds sending the Palasavelli into raptures on 20/24, and again by three Green. Pancotto Timeout. Showtime Simmons assisted by Negri and slipped to +5 (32/27). With Head speeding by two, the Poderosa begins to lengthen the distances, and coach Coppeta calls timeout, the last before closing the first half of the match on 36/31, after a triple of Voskuil (for him 14 points on the scoresheet, just one foul and 3 rebounds).

Black out for the veregrens: the return from the long interval begins the ascent of Piacenza. Green is unstoppable, and all his teammates echo him. Partial of 4/21, with Voskuil increasing the dose by two and free. Do not give up the Corbet grip, which invents everything as well as Treier, which marks a miraculous bomb, right on the siren, from the line by three of the opponents. Closed the partial 14/25, it goes to the fourth quarter on 50/56. 

Less than ten for Amoroso and his companions five minutes from the end, who understand that defending is not a bad idea and contain opponents up to 55/66, after which an excellent Castelli returns to score. There is nothing left to do for the Poderosa, which is credited with having believed until the end, while in Piacenza -
without the fundamental contribution of Pederzini's truce, which witnessed the victory of his parents from the tribune- that of having exploited every little mistake of the opponent and gone hunting for balls without respite. The match finished 62/73.

Nicoletta Canapa

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: