Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Picchio Civitanova - Bad Boys Fabriano: 41 - 63

I Bad Boys Fabriano espugnano il campo de Il Picchio Civitanova e si portano avanti 1-0 nella finale. I ragazzi di coach Rapanotti avranno adesso la possibilità di chiudere i conti e conquistare la promozione in Serie D Regionale, in gara 2 in programma a Fabriano Giovedì  24 Maggio.

Dopo una buona partenza dei padroni di casa nel primo quarto, i Bad Boys prendono decisamente in mano le redini della partita e con un parziale da 8-18 ribaltano il punteggio e riescono ad andare al riposo lungo avanti 27-32. E' nel terzo quarto che però la partita si decide. I fabrianesi rientrano in campo molto determinati e chiudono il terzo periodo con un parziale di 0-17, che chiude anzitempo i giochi. Ne Il Picchio buona la prova di Paoletti che firma 16 punti, mentre nella squadra fabrianese bene Ramsdale, 21 punti con 5/7 da tre punti per lui, Fanesi e Stegenga.

Il Picchio Civitanova - Bad Boys Fabriano 41-63

Civitanova: Sollini 2, Iaselli, Aletta 4, Luciani 1, Paoletti 16, Amaolo, Vallesi 8, Koch 6, Del Medico 2, Del Papa 2. All. De Santis

Fabriano: Moscatelli 5, Ramsdale 21, Carnevali 3, Kraaaijenbosh, Battistoni 2, Tozzi 2, Conti, Zepponi 3, Fanesi 12, Stegenga 9, Mearelli 6, Sforza. All. Rapanotti

Parziali: 19-14, 8-18, 0-17, 14-14.
Progressivi: 19-14, 27-32, 27-49, 41-63.
Usciti per 5 falli: Sollini e Luciani (Civitanova)
Falli: Civitanova 20, Fabriano 16.
Tiri da 3 punti: Civitanova 3, Fabriano 8.

Arbitri: Balacco e Petracci

La Redazione di BasketMarche

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: