Scaligera Verona - Dinamo Sassari: 87 - 74 , Serie A > Girone Unico

Il Banco di Sardegna Sassari interrompe la striscia di sette vittorie consecutive cadendo sul parquet di una coriacea Tezenis Verona. Eccetto che per un post-basso di Smith, sono gli ospiti a partire meglio, sfruttando le iniziative di Dowe dal palleggio e trovando anche Bendzius in taglio e da lontano (2-8). Coinvolgendo Smith sul pick and roll e trovando anche il tagliante Simon, Verona si mette in partita accorciando sul -3, prima che Raspino e ancora Dowe da lontano riallunghino sull’8-14. Ci provano poi Casarin da tre punti e Davis con un bel gioco da tre punti a cercare un sorpasso ma sempre Dowe, una schiacciata di Bendzius e un canestro e fallo di Bendzius tengono la Dinamo avanti (14-21). Un paio di folate di Robinson e Bendzius, successivamente, lanciano ulteriormente l’allungo locale sul 14-25 dopo 10’.

La Tezenis comunque non molla e realizza da lontano con Bortolani e Anderson ma Robinson interrompe subito il parziale favorevole ai padroni di casa con il layup del 20-27. Grazie ancora ad Anderson e Bortolani, oltre che al presente Johnson sotto i tabelloni, Verona completa il riavvicinamento e il botta e risposta tra Chessa e Anderson scrive il 32-33. Una bomba di Anderson impatta poi a quota 35, Stephens si fa sentire con due schiacciate e poi Robinson e Simon si scambiano i colpi del 38-41. Al termine del tempo, Cappelletti dalla lunetta risponde a un jumper di Chessa mantenendo quasi del tutto invariate le distanze (40-44 dopo 20’). Verona è poi costretta a fare a meno nella ripresa di Taylor Smith, out per un trauma contusivo distorsivo al ginocchio.

I secondi 20’ di partita iniziano con Dowe e Raspino a inventare dei canestri per il Banco di Sardegna, replicati dalle incursioni di Davis e Simon, con quest’ultimo che in contropiede sigla anche il -2 Scaligera. Dowe è però bravo a farsi valere in penetrazione e un gioco da tre punti di Raspino respinge via gli assalti dei rapidi Johnson e Davis (51-56). Una gran schiacciata di Simon e un contropiede concluso da Casarin accendono l’AGSM AIM Forum ma un super gioco da tre punti di Dowe e i liberi di Diop e Gentile riportano le sei lunghezze di distanza tra le squadre. Al termine del quarto, tuttavia, un’elegante virata di Davis e tre tiri liberi realizzati da Bortolani accorciano le distanze sul 60-63 dopo 30’.

Proprio la guardia con il numero 12 e un recupero vincente di Anderson permettono il sorpasso ai padroni di casa sul 64-63 e poi Bortolani replica a Robinson tenendo i gialloblu sul +3 a 5’ dalla fine. Un gioco da tre punti di Diop riaccende Sassari, Anderson risponde in contropiede con la bomba del +4 e Dowe dalla lunetta piazza ancora i liberi 72-70, ma uno spettacolare gioco a due tra Casarin e Johnson rilancia Verona 75-70. La Dinamo non riesce più a sbloccarsi dal perimetro e sia Casarin che Cappelletti chiudono la contesa segnando al ferro i canestri che regalano due punti preziosissima in classifica ai gialloblu. Finisce 87-74.

Fonte: Lega Basket 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche: