Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Pallacanestro Reggiana - Pistoia Basket: 90 - 42

Partita senza storia al PalaBigi: Pistoia affonda senza appello di fronte a una Grissin Bon che si schioda da quota zero al settimo tentativo. Per i biancorossi è un ko che fa male non solo per la classifica, ma anche per le proporzioni: difficile, francamente, trovare qualcosa cui attaccarsi...
Il primo quarto è equilibrato almeno fino al sesto minuto, poi Reggio Emilia trova un paio di canestri dalla "spazzatura" e allarga la forbice (19-14), anche perché Pistoia fatica tanto in attacco e non è precisa dalla lunetta. Della Valle e Julian Wright fanno male ai ragazzi di Esposito che non sfruttano nemmeno l'ultimo possesso del quarto e chiudono sotto 23-16.

Il secondo quarto si apre con un paio di errori pesanti della The Flexx, che trova i primi punti dopo due minuti e mezzo con Sanadze (rimarranno i soli addirittura fino al diciottesimo). La Grissin Bon ringrazia e con Reynolds e il contropiede di Candi schizza a +11 (29-18), costringendo Esposito a parlarci su al quindicesimo. La serata infelice di Pistoia, con le polveri bagnate dall'arco e pasticciona sotto i tabelloni, agevola non poco il compito di Reggio, che senza incantare rimane comunque sempre avanti con un margine di sicurezza rassicurante (34-20). L'antisportivo di Sanadze a un minuto dell'intervallo lungo porta a 18 i punti di vantaggio dei padroni di casa: e così per Pistoia è notte fonda già a metà gara (41-22).

La pausa in spogliatoio non porta benefici di alcun genere: la reazione non si vede e Reggio allunga ancora (46-22). Pistoia prova in qualche modo a non uscire completamente dalla partita, ma i soli 30 punti segnati in ventisette minuti sono una sentenza di condanna inappellabile. La Grissin Bon controlla senza affanni e anzi allo scadere del trentesimo raggiunge pure il massimo vantaggio (61-35) grazie alla tripla di Markoishvili.

L'ultimo quarto vale solo per le statistiche e per segnalare l'infortunio occorso a Sanadze: i padroni di casa doppiano la The Flexx a 6'09" dalla sirena finale (74-37), in una partita che però ormai davvero non ha più nulla da dire. Finisce 90-42: mai Pistoia aveva segnato così poco nei professionisti, ma stasera i numeri non sono l'unico problema...

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – THE FLEXX PISTOIA 90-42 (23-16; 18-6; 20-13; 29-7)

GRISSIN BON REGGIO EMILIA
: Mussini 6, J. Wright 20, Bonacini, Candi 7, Della Valle 18, Reynolds 13, Markoishvili 9, C. Wright 9, Cipolla, Sanè 8, De Vico. Allenatore: Menetti.

THE FLEXX PISTOIA
: Kennedy 6, Barbon, Laquintana 8, Mian 3, Gaspardo 7, Onuoha 3, Bond 4, Magro 2, Gordon 5, Sanadze 2, Moore 2. Allenatore: Esposito.

Arbitri: Mattioli, Filippini, Boninsegna.

Ufficio Stampa Pistoia Basket

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: