Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Olimpia Milano - Scandone Avellino: 92 - 94

La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum dopo una partita al cardiopalma che si è risolta al secondo overtime. I biancoverdi battono le scarpette rosse 92-94 con gli uomini di Sacripanti che sono stati avanti per larga parte del match ma nell’ultimo quarto i padroni di casa hanno cercato di far propria la gara ma Filloy e compagni sono stati bravi a non perdere la testa nelle battute finali con il numero 12 che allo scadere del primo overtime a pareggiato sulla sirena.

Il primo periodo di gioco viene inaugurato dalle schiacciate di potenza di Abass e Cusin, che approfittano delle palle perse di Rich per scappare in contropiede (4-0); Mbaye rincara la dose mettendo a segno la tripla del 7-0. I biancoverdi si sbloccano grazie a Filloy, che appoggia comodamente da sotto su assist di Leunen, e all’arresto e tiro di Rich: il tabellone adesso segna 7-4 per gli uomini di coach Pianigiano. Filloy è il protagonista della rimonta della Sidigas: subisce fallo e canestro, sbagliando però il libero aggiuntivo (7-8). Dall’altra parte del campo Cusin subisce la stoppata di Wells, che in attacco realizza la tripla del 7-11. Abass riporta i biancorossi sul 10-11 ma ci pensa Wells a riportare gli irpini sulle 3 lunghezze di vantaggio (10-14). N’Diaye intanto schiaccia sull’alzata di Rich per il 12-16. Milano prova a riaffacciarsi alla partita con il tiro realizzato dall’area di Micov, ma Leunen e Rich, con un parziale di 5-0, portano la Sidigas sul massimo vantaggio: il primo periodo si chiude sul punteggio di 17-23.

Jerrells apre il secondo quarto con il canestro del 19-23. Wells realizza 5 punti di seguito e regala il +9 alla Sidigas (19-27) ma la tripla di Micov riporta l’Olimpia a -6 (22-28), Scrubb segna da dentro ma Jerrells rincara la dose con la tripla del 25–30. Ancora Scrubb che appoggia al tabellone mentre Jerrells realizza 1/2 ai liberi (26-32). Rich prova diverse volte ad allungare le distanze ma sbaglia troppo (2/9 al tiro). Filloy segna da dentro ma Cinciarini risponde con l’arresto e tiro del 28-34. N’Diaye schiaccia di potenza e dall’altra parte stoppa il tiro di Micov. Theodore mette a segno la tripla del 31-36, Rich appoggia al ferro per il 31-38. Ancora N’Diaye a schiacciare sullo splendido assist di Leunen e il quarto si chiude sul punteggio di 30-40.

La terza frazione inizia con due punti da sotto di Gudaitis, con Avellino risponde prontamente con la schiacciata di N’Diaye (32-42). Cinque punti consecutivi di Jason Rich, frutto di una tripla e di due punti in sospensione, danno alla Sidigas il +15 che costringe Pianigiani al time out (32-47). Contro parziale milanese con Abass e Gudaitis: il primo segna dalla media distanza mentre il lungo concretizza un 2+1 (37-47). Dopo la tripla di Theodore, Sacripanti è costretto a parlarci su. Al ritorno in campo, 4-0 di parziale di Leunen che riporta a +11 gli irpini (40-51). La partita cresce di tono con le due squadre che si affrontano a viso aperto: Abass prova a scuotere i suoi con una schiacciata. N’Diaye risponde alla stessa maniera, mentre Ortner e Rich ridanno il +12 alla Sidigas (46-58). Break dell’Armani di 4-0, grazie alla tripla di Jerrells e un libero di Gudaitis, ed il quarto si chiude con i biancoverdi in vantaggio di 8 (50-58).

L’ultimo quarto si apre con lo scambio di triple tra Jerrels e D’Ercole e la partita s’infiamma. Con un break personale di Theodore di 5-0, Milano ritorna a contatto (58-61). Gioco da tre punti di Filloy, che mette di nuovo sei punti di distanza tra le due squadre. Gudaitis fa 2/2 ai liberi ma Avellino rimane avanti (60-64). Il numero 12 in maglia biancoverde segna cinque punti consecutivi regalando ad Avellino vola il +9 (60-69). I padroni di casa rispondono prontamente grazie ai canestri di Jerrells e Cinciarini e l’EA7 ritorna a -3 (66-69). Due liberi di Gudaitis e un tiro dalla media di Micov portano avanti l’Olimpia ma N’Diaye dalla linea della carità pareggia (70-70). Theodore da due riporta avanti l’Olimpia ma ci pensa Rich a riportare la Sidigas in vantaggio. Il numero 25 sbaglia da sotto mentre N’Diaye con l’alley oop ridà tre punti di vantaggio alla Sidigas (74-77). Jerrells la pareggia con una tripla e si va all’overtime.

Le due squadre segnano solo dalla linea della carità con Filloy e Micov ed è ancora parità (78-78). Blackout in attacco per entrambe le formazioni, con le difese a prendere il sopravvento e con il solo Jerrells a fare 1/2 (79-78). Gudaitis da sotto realizza e porta a +3 l’Olimpia (81-78). Rich e Theodore fanno bottino pieno dalla linea della carità ed il punteggio rimane invariato (83-80). Filloy dai 6,75 pareggia a 12” dalla fine (83-83) ma Jerrells non si lascia intimorire e ad 1” secondo dalla fine porta avanti i padroni di casa ma ancora Filloy realizza una strepitosta tripla sul fotofinish, a pareggiare nuovamente l'intensissima partita. Si va al secondo overtime.

Il secondo supplementare si apre con Cinciarini che realizza in penetrazione mentre N’Diaye va due volte in lunetta realizzando 1 libero su quattro (88-87). Gudaitis fa 2/2 mentre Leunen segna da tre (90-90). Botta e risposta tra Theodore e Wells mentre Rich riporta avanti Avellino (92-94).

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO-SIDIGAS AVELLINO 92-94 d2ts
17-23; 30-40; 50-58; 77-74, 86-86

MILANO: Micov 10, Pascolo, Fontecchio, Cinciarini 6, Cusin 2, Abass 10, M'Baye 6, Theodore 18, Jefferson ne, Bertans, Jerrells 23, Gudaitis 17. All. Pianigiani

AVELLINO: Zerini, Wells 16, Ortner 4, Mavric ne, Leunen 9, Scrubb 4, Filloy 21, D'Ercole 3, Rich 21, Ndiaye 16, Parlato ne. All. Sacripanti

Ufficio Stampa Scandone Avellino

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: