Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Orlandina Basket - Aquila Basket Trento: 82 - 80

La Dolomiti Energia Trentino rinvia ancora l’appuntamento con la prima vittoria esterna stagionale: i bianconeri perdono per la prima volta contro Capo d’Orlando in Serie A dopo 6 successi nelle ultime 3 stagioni. Finisce 82-80 l’anticipo della nona giornata al PalaSikeliArchivi, con la Betaland Capo d’Orlando capace di lasciare indietro in classifica proprio i bianconeri, che restano fermi a quota 6 punti. Determinante il terzo quarto da 26 punti subiti, che unito alle solide prestazioni offensive di Wojciechowski (29 punti) e Maynor (17) ha scavato un gap che i trentini non sono mai riusciti a colmare in tutto il secondo tempo: non sono bastati i rientri di Shields e Gutiérrez, e nemmeno l’ennesima gran serata di Ojars Silins, autore di 19 punti con 5/10 dall’arco.
Martedì sera la Dolomiti Energia Trentino torna di scena in EuroCup con la fondamentale sfida allo Zenit nel Round 7: biglietti disponibili online a questo link.

Dopo un bell’avvio dei bianconeri è la Betaland a trovare maggiore ritmo nel primo quarto di gioco: Forray e Silins portano gli ospiti sul 3-7 e poi sul 7-11, ma Capo d’Orlando reagisce trascinata dalle invenzioni del nuovo arrivato Maynor (8 punti nei primi 10’). I siciliani chiudono a +3 il primo parziale nonostante 4 punti consecutivi di Shields, al rientro dopo l’infortunio alla caviglia di inizio novembre (21-18). Il momento positivo della Betaland prosegue durante l’avvio del secondo quarto (26-18), poi due assist di Gutiérrez producono i canestri di Behanan e Shields che convincono coach Di Carlo a spendere il suo primo timeout. L’Orlandina è più viva e precisa: Ikovlev e Kulboka spingono i padroni di casa di nuovo al massimo vantaggio (34-26): da quel momento in poi però Trento trova il modo di chiudere il primo tempo con un grande 14-0 di parziale, ispirato dalla difesa e da tre triple consecutive di Silins, prima di quella di Flaccadori che manda le squadra all’intervallo lungo sul 34-40.

La partita prosegue a strappi: quello di Trento permette ai bianconeri di arrivare a +7, quello dei padroni di casa firmato Maynor ribalta completamente la situazione e riporta addirittura in vantaggio i paladini (49-46). Wojciechowski fa la voce grossa in area, i bianconeri sbandano più volte in difesa: complici due triple di Alibegovic e una di Maynor ad inizio quarto periodo, gli ospiti si ritrovano di nuovo sotto di 8 sul 63-55. La Dolomiti Energia continua ad inseguire, anche perché Wojciechowski continua a macinare punti in area rispondendo alle fiammate in campo aperto di Sutton (72-65). La quinta tripla di serata di Silins non inverte l’inerzia, non lo fa nemmeno il gran finale orchestrato da Gutiérrez e Sutton dopo che i siciliani erano arrivati a +10 a 2’ dalla fine: Atsur e Ikovlev guidano i padroni di casa alla vittoria, la tripla di Gomes sulla sirena limita il passivo al 82-80 finale.

MAURIZIO BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Dopo l’intervallo lungo siamo usciti dallo spogliatoio poco compatti, è vero che siamo rimasti sempre in partita ma ci è sempre mancata brillantezza in difesa e pazienza in attacco. Dobbiamo stare attenti a non perderci per due o tre errori, ma rimanere concentrati e continuare a giocare la nostra pallacanestro. Abbiamo attaccato abbastanza bene la zona, ma in difesa non siamo stati bravi a leggere i momenti della partita: lavoreremo per avere più attenzione a questo tipo di dettagli”.

Betaland Capo d’Orlando - Dolomiti Energia Trentino 82-80
(21-18, 34-40; 60-55)

Betaland Capo d’Orlando: Galipò Gio. ne, Alibegovic 9 (1/2, 2/3), Maynor 17 (1/4, 5/8), Ihring ne, Atsur 4 (2/3, 0/3), Kulboka 12 (3/3, 1/5), Laganà ne, Delas (0/2), Galipò Gia. Ne,Wojciechowski 27 (9/11, 0/2), Ikovlev 13 (4/6, 1/5), Donda ne. Coach Di Carlo.

Dolomiti Energia Trentino: Franke ne, Sutton 16 (6/11, 1/3), Silins 19 (2/5, 5/10), Czumbel M. ne, Forray 12 (5/7, 0/2), Conti ne, Flaccadori 7 (2/4, 1/4), Gutiérrez 5 (2/5, 0/1), Gomes 7 (2/3, 1/6), Behanan 4 (2/4, 0/1), Lechthaler ne, Shields 10 (4/8, 0/2). Coach Buscaglia.

Arbitri: Martolini, Aronne, Galasso.

Note: Tiri da due: Capo d’Orlando 20/31, Trentino 25/47. Tiri da tre: Capo d’Orlando 9/26, Trentino 8/29. Tiri liberi: Capo d’Orlando 15/17, Trentino 6/8. Rimbalzi: Capo d’Orlando 35 (Wojciechowski e Ikovlev 8), Trentino 37 (Gomes 9). Assist: Capo d’Orlando 19 (Maynor e Atsur 7), Trentino 18 (Gutiérrez e Sutton 5). Recuperi: Capo d’Orlando 2 (Kulboka e Ikovlev 1), Trentino 8 (Gutiérrez e Sutton 3).

Ufficio Stampa Aquila Basket Trento

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: