Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Poderosa Montegranaro - Pallacanestro Trieste 2004: 65 - 71

Andare o non andare a Trieste, questo è il dilemma. 48 ore dopo gara 3, al Palasavelli va in scena un altro spettacolo, che in 2.000 hanno deciso di non perdersi. Bowers e Mussini realizzano, mentre dall’altra parte del parquet Campogrande e Amoroso sbeccano dai 675 centimetri. Janelidze la mette da due e dopo tre minuti è 6-0. Dopo il tapin di Janelidze, Amoroso e Campogrande provano a prendere la Poderosa per mano, in cerca della rimonta. Nonostante i rimbalzi stellari di Powell (proprio come quelli di due giorni fa), Coach Ceccarelli chiude il primo quarto sul 8-19 per “colpa” di un quintetto triestino chirurgico al tiro tanto quanto in difesa. Dopo la tripla di Da Ros (per un parziale di 0-4) la Poderosa chiama timeout.

Trieste va ancora da tre con Baldasso, ma riparano i danni Gueye da tre e Zucca che si attacca al ferro (13-26). Showtime Powell dopo 16 minuti di gioco, ma è ancora 17-31; unico lato positivo: l’Alma ha cinque falli, contro appena due della Poderosa. Il riaggancio è ancora lontano, e lo sa bene Da Ros che continua a sparare (a ragion veduta) da tre: sarà lui il miglior realizzatore del match, con 23 punti. Si va agli spogliatoi sul -10 (30-40).

Recuperato l’ossigeno necessario, Campogrande va in doppia cifra ed è subito Poderosa-time per 36-40. Green la mette dentro in schiacciata, ma Poderosa risponde per le rime con un ottimo parziale, che fa volare il tabellone a 44/47. Antisportivo a dir poco dubbio a Gueye mandano ai liberi Mussini, che li mette dentro entrambi. Rivali da due ed è meno tre punti (46-49). Da Ros sbaglia la tripla del distacco, ma Cittadini rimedia con una schiacciata in libertà (46-51). Il sorpasso non c’è ancora, ma Corbett prima segna e subisce, poi va a centrare la tripla del -3 (52-55), e gli ultimi dieci minuti di gioco si aprono sul 52-56. Dieci minuti che per i casalinghi costituiscono un fuori/dentro incredibile, capaci di concedere alla Poderosa il lusso di andare a giocarsi gara 5 a Trieste, o che piuttosto daranno a Coach Dalmasson l’onore di staccare una volta per tutte il pass per le finali.

Fallo ad Amoroso e fallo tecnico alla panchina: esistono modi migliori per iniziare il quarto quarto. Green ed il suo coast to coast costano caro a Coach Ceccarelli, che sul 56-62 è costretto a chiamare timeout. “We will rock you” non basta a riscaldare gli animi, perché Da Ros continua a punire da due, e la Poderosa non centra i tiri da fuori. Un fallo negato ad Amoroso in fase di tiro costa caro ai gialloblu, che richiedono un minuto di sospensione su un pesante -9 (57-66). Tempus fugit, mancano due e mezzo. Powell realizza da sotto e Corbett ai liberi fa il suo dovere, e magicamente Poderosa è di nuovo a -5 (61-66). Mussini come un segugio arriva fin sotto canestro e la mette dentro.

Partita ancora aperta a un minuto dalla fine: Rivali da sotto (63-68) e palla marchigiana a 53 secondi alla fine. Ottima azione di squadra fra Rivali, Amoroso e Corbett che arriva a -3 (65-68). Timeout e pubblico in delirio. Dubbio un fischio di fuori campo, presumibilmente per casa che invece viene concesso a Trieste. Bowers subisce non ce ne è più.
Stagione finita per la Poderosa e quarti di finale degni di una regina del mondo della palla a spicchi. Meritata la vittoria dell’Alma, squadra costruita anzi tempo per ben altri obiettivi, ed onore alla Poderosa per aver portato al Palasavelli un numero di spettatori al di sopra di ogni più roseo pronostico.

XL Extralight Montegranaro - Alma Pallacanestro Trieste 65-71 (8-19, 22-21, 22-16, 13-15)

XL Extralight Montegranaro
: Lamarshall Corbett 20 (2/9, 3/4), Eugenio Rivali 10 (4/5, 0/1), Marshawn Powell 10 (4/6, 0/4), Luca Campogrande 10 (4/5, 0/2), Valerio Amoroso 7 (1/4, 1/5), Ousmane Gueye 6 (0/0, 1/2), Dario Zucca 2 (1/1, 0/0), Lorenzo Maspero 0 (0/1, 0/1), Kaspar Treier 0 (0/1, 0/0), Giuseppe Angellotti 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Altavilla 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 23 - Rimbalzi: 29 7 + 22 (Valerio Amoroso 8) - Assist: 12 (Lamarshall Corbett, Marshawn Powell, Valerio Amoroso 3)

Alma Pallacanestro Trieste
: Matteo Da ros 23 (8/9, 2/8), Javonte damar Green 11 (3/6, 0/0), Laurence Bowers 9 (3/9, 0/1), Daniele Cavaliero 8 (1/2, 2/8), Federico Mussini 6 (2/7, 0/3), Giga Janelidze 4 (2/2, 0/1), Alessandro Cittadini 4 (2/3, 0/0), Roberto Prandin 3 (0/0, 0/2), Lorenzo Baldasso 3 (0/2, 1/1), Federico Loschi 0 (0/0, 0/0), Matteo Schina 0 (0/0, 0/0), Lodovico Deangeli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 18 - Rimbalzi: 28 7 + 21 (Laurence Bowers 6) - Assist: 7 (Matteo Da ros 3)

Nicoletta Canapa

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: