Vigor Matelica - Amatori Pescara 1976: 76 - 68 , Serie C Gold > Playoff - Semifinali

Come si dice sempre, ai playoff più che mai sono i dettagli a fare la differenza. E questa volta sono mancati proprio i dettagli ad una Amatori Pescara volitiva e battagliera, ma non proprio in serata di grazia. Eppure nonostante tutto la partita è stata aperta sino alla fine, con i biancorossi sempre a rincorrere ma sempre attaccati nel punteggio. Ma qualche palla persa di troppo e qualche errore difensivo sono costati cari, con gli ultimi 2' a determinare un gap più ampio di quanto il match non abbia in realtà detto. Nelle Marche è finita 76-68 pro Matelica. Si va così alla bella. E al PalaElettra servirà tutto il calore del popolo pescarese per trascinare la truppa alla Finale.

La gara. Anche per Gara 2 coach Renato Castorina opta per il consolidato quintetto base composto da Di Salvia, Kordis, Serroni, Pichi e Dondur. Matelica parte subito forte dall'arco e con un 3/3 castiga la difesa biancorossa. La manovra marchigiana appare più fluida e nel catino bollente di Castelraimondo dopo 3'40" la squadra di casa è avanti di 10 punti (16-6), inducendo la panchina pescarese a chiamare il primo timeout di serata. Mazzarese per Dondur è il primo cambio e l'ala si presenta con un rimbalzo offensivo, un gioco da 3 e una tripla. Pichi regala 2 stoppate consecutive e coach Castorina decide di alzare il quintetto, inserendo di nuovo il capitano in luogo di Serroni, e poi di dar fiato a Di Salvia, sostituito da Balilli.

Anche Matelica dà il via alle rotazioni del suo profondo roster ma la produttività offensiva e la concentrazione in difesa non ne risentono. Il primo quarto si consegna così agli annali sul punteggio di 25-20, con Kordis e soci che nel finale accorciano. Il secondo tempino si apre con una palla rubata da Mazzarese che Di Salvia tramuta in 2 punti. Con la zona l'Amatori in 2'30" arriva sul -2, recupera palloni assai importanti e sembra davvero carburare. C'è spazio anche per Raicevic in questo frangente (e poi per Schiavoni) ma la fortuna sembra essere pro Vigor: i biancorossi per 2 volte sciupano il possesso del possibile pari, anche in modo banale, e Falzon allo scadere dei 24" trova un canestro mani in faccia che fa esplodere il palazzetto. Il vantaggio marchigiano si mantiene costante intorno alle 4 lunghezze, complici le percentuali dall'arco negative dei pescaresi e qualche fischio arbitrale non puntuale. Si va così all'intervallo sul punteggio di 41-36.

In avvio di terzo quarto si segna poco, ma a muovere la retina sono i padroni di casa. Il gap così diventa subito di 9 punti. L'Amatori va a fiammate, più costante Matelica nella sua proposta: i biancorossi tornano a -4 trascinati da Kordis, che però ha già 3 falli e va preservato (come Dondur), ma ogni volta che si avvicinano non riescono poi ad azzannare la preda. 5 punti di Raicevic (bomba e 2/2 dalla lunetta) tengono l'Amatori vicinissima, poi una transizione vincente di Serroni porta la truppa a meno 1. Sbagliato il possesso del primo vantaggio di serata, Genjac con una schiacciata chiude il parziale sul punteggio di 54-51. L'ultimo quarto si annuncia da brividi.

E così è, nonostante la temperatura altissima del palazzetto. Matelica va troppo facilmente al ferro, l'Amatori perde qualche brutta palla ed è il copione di tutta la gara: coraggio e voglia non mancano, ma nei dettagli c'è troppa imprecisione. Eppure la squadra di coach Castorina è lì, a 3 punti (60-57) con 6'20" ancora da giocare. Dopo 5'35" arriva la parità (1/2 dalla lunetta di Di Salvia, 62-62) ma poi si butta via il possesso del vantaggio che Matelica puntualmente punisce. Una bomba aperta di Tosti rimbalza due volte sul ferro e poi entra, una preghiera che gli Dei del basket hanno ascoltato. Potrebbe essere la chiave di volta a spezzare le gambe all'Amatori, a livello psicologico, con poco più di 180 secondi da disputare. Così è in effetti. La Vigor va sul +5 e nonostante i volenterosi sforzi Amatori controlla il vantaggio, lo aumenta e si regala la bella. Finisce 76-68.

Vigor Matelica - Amatori Pescara 76-68

Matelica: Provvidenza 4, Fianchini ne, Bugionovo 8, Falzon 8, Vissani 9, Caroli 17, Ciampaglia 2, Genjac 17, Zhgenti 2, Poeta ne, Tosti 9. All. Cecchini

Pescara: Di Salvia 6, Kordis 16, Serroni 17, Pichi 2, Dondur 14, Balilli, Mazzarese 8, Raicevic 5, Schiavoni, Peres ne, Latorre ne, Silveri ne. All. Castorina. Vice Di Iorio. Ass. Di Nardo

Parziali: 25-20, 16-16, 13-15, 22-17.
Progressivi: 25-20, 41-36, 54-51, 76-68.

Fonte: ufficio stampa Amatori Basket Pescara

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche: