Virtus Bologna - Derthona Basket: 84 - 61 , Serie A > Playoff - Semifinali

Virtus Segafredo Bologna vs Bertram Yachts Derthona Tortona 84-61
(1Q 23-13; 2Q 44-24; 3Q 63-41)

Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 7, Mannion n.e, Belinelli 15, Pajola 3, Jaiteh 9, Shengelia 10, Hackett 14, Mickey 4, Camara, Ojeleye 15, Teodosic 3, Abass 4. All: Scariolo

Bertram Yachts Derthona Tortona: Christon 7, Mortellaro n.e, Candi 2, Tavernelli, Filloy 3, Severini 14, Harper 6, Daum 2, Cain 7, Radosevic, Macura 20, Filoni n.e. All: Ramondino

Arbitri: BEGNIS R. – BALDINI L. – GRIGIONI V.

La Virtus Segafredo Bologna torna in campo in questi playoff, ospitando Tortona nella prima gara delle semifinali per la rincorsa al titolo. Palla a due subito nella mani dei bianconeri che inaugurano la sfida con una tripla di capitan Belinelli che si ripete dalla stessa posizione l’azione successiva dando il la al primo mini parziale di 6-0 un poco più di un minuto di gioco. Tortona trova il primo canestro con Christon dopo 4′ minuti di digiuno, con la Segafredo già avanti sul 10-2, aumentato poi da Hackett dalla lunetta ristabilendo le dieci lunghezze di distacco. Tortona trova fiducia in fase offensiva e rientra sul 13-8, ma due giocate importanti della Virtus ristabiliscono le distanze sul 17-8 con 2.39′ minuti da giocare: gli ospiti faticano a trovare giochi efficaci per una difesa virtussina molto fisica e pressante, che non concede mai il primo passo.

Ancora, in finale di parziale, la Segafredo a premere sul pedale del gas con una tripla di Teodosic che garantisce il massimo vantaggio sul 20-8: la Virtus chiude avanti il primo parziale sul punteggio di 23-13. Nel secondo parziale i bianconeri allungano ancora con un buon parziale di 4-0 ad opera di Ojeleye che contribuisce a portare i compagni sul 30-15, con Tortona che fatica enormemente a trovare spiragli in una difesa della Virtus granitica. Tortona non si arrende e Macura riporta i suoi sotto di 10 lunghezze ma è immediata la risposta con un parziale di 7-0 che costringe quindi coach Ramondino ad un time out per riordinare le idee: 37-20, massimo vantaggio, a 3.35′ minuti sul cronometro. E’ Macura a sbloccare i suoi con un jumper dall’angolo, che da ossigeno soprattutto a livello psicologico alla squadra di coach Ramondino che comunque non riesce mai ad essere efficace e riavvicinarsi. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 44-24 in favore dei bianconeri.

Secondo tempo che riprende freneticamente, con diversi errori al tiro da entrambe le parti che producono solamente due punti per parte dopo 2′ minuti di gioco. La Segafredo però riesce a trovare più fluidità offensiva ma soprattutto una maggior presenza difensiva e prova un nuovo allungo che la porta sul 57-33: attacchi rapidi e diverse schiacciate mettono in mostra l’energia della Virtus. Tortona accenna alla reazione e si riporta a -19 mostrando grande orgoglio ma senza riuscire ad opporsi concretamente ai giocatori in maglia bianconera. Anche il terzo parziale vede la Segafredo guidare il match sul punteggio di 63-41, dopo una tripla incredibile di Pajola sulla sirena. Ultimo parziale che conferma la leadership ad una Virtus cinica e concentrata che addenta subito il match con Belinelli a confermarsi autentico cecchino dalla lunga distanza. A metà parziale i bianconeri sono saldamente in vantaggio sul punteggio di 71-55, mentre Macura è uno dei pochi tra i suoi a provare a caricarsi i compagni sulle spalle e provare a non far si che il distacco si dilati ulteriormente. Finale di pieno garbage time con la Virtus Segafredo Bologna che si aggiudica il match sul punteggio di 84-61.

Fonte: ufficio stampa Virtus Bologna 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche: