FeBa Civitanova - Magnolia Basket Campobasso: 62 - 61 , Serie B Femminile > Fase Orologio

La Feba Civitanova Marche batte la Magnolia Campobasso per 62-61 e apre fase ad orologio nel migliore dei modi. Le momò, al termine di una partita tirata e combattuta, riescono ad avere la meglio delle molisane riuscendo così a confermare l'ottimo trend che le ha accompagnate nel girone di ritorno della regular season, tuttora in battute. La Feba ha sofferto nell'ultimo quarto, vedendosi rimontare dalle ospiti che sono riuscite a chiudere alla fine sul meno 1, ma in realtà le biancoblu hanno gestito bene la gara nell'arco dei 40 minuti, considerando anche le condizioni non al top di Jaworska e Secka. Due punti preziosi che permettono alle momò di continuare a viaggiare bene in classifica.

if(window.location.href.includes("115244")){document.write('
');}else{document.write('
');}

Avvio di marca molisana con le ospiti che piazzano un break di 0-5, rispondono le padrone di casa con un contro break di 11-0. La Feba prende in mano le redini delle operazioni e, in due quarti giocati ad alti ritmi da parte di entrambe le formazioni, le ragazze di coach Iris Ferazzoli tengono sempre il naso avanti, riuscendo a arrivare a uno scarto di 11 punti di vantaggio grazie anche a Malintoppi e Binci ispirate. Le ragazze di coach Francesco Dragonetto rimangono comunque in scia con un botta e risposta e si va al riposo lungo sul 41-33. Nel terzo quarto si abbassano i ritmi e entrambe le squadre fanno fatica a trovare la via del canestro, con alcuni errori da una parte e dall'altra. Le momò rimangono avanti, 52-44, e partono con il piede giusto nell'ultimo quarto grazie a una Jaworska che domina sotto canestro. Sale in cattedra Moscarella che trova una tripla importante e alcuni canestri pesanti. Il margine di vantaggio si assottiglia nel corso degli ultimi minuti con le biancoblu che non riescono a trovare la via del canestro con fluidità, mentre Campobasso accorcia il margine con alcuni tiri dall'arco dei 6.25, arrivando fino al 62-61. L'ultimo tiro dalla distanza di Vitali però non entra e la Feba può festeggiare questi due preziosi davanti al proprio pubblico.

“In linea di massima la nostra partita è stata fatta bene – commenta coach Ferazzoli – Il nostro blackout è iniziato nell’ultimo quarto soprattutto, sia per la pressione di Campobasso sia perché non riuscivamo a far girare la palla velocemente e arrivavamo in affanno a tirare. Non abbiamo avuto la pazienza di cercare le soluzioni migliori nell’arco di tutto l’ultimo quarto. Al di là di questo fa bene la vittoria anche se dispiace vincere di un punto perché il risultato non racconta il reale andamento del match. L’unica cosa dobbiamo essere più pronte mentalmente a fare costantemente quello che ci serve in mezzo al campo”.

FEBA CIVITANOVA – MAGNOLIA CAMPOBASSO 62-61 (19-12; 22-21; 11-11; 10-17)

FEBA CIVITANOVA
: Lazzarini ne, Medori 2, Sciarretta ne, Angeloni 3, Secka 4, Trobbiani 2, Binci 12, Severini 4, Jaworska 18, Malintoppi 18, Vigilia ne All Ferazzoli

MAGNOLIA CAMPOBASSO: Del Sole 3, Mascia ne, Lallo 2, Trozzola 12, Vitali 9, Rizzo ne, Moffa, Giacchetti 8, Baldassarre 7, Moscarella 18, Bocchetti All. Dragonetto

Arbitri: Francesco Boldrini di Fabriano e Luca Avaltroni di Fano

Fonte: Matteo Valeri - ufficio stampa Feba Civitanova Marche 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche: