Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Npc Fara in Sabina - Basket Passignano: 55 - 50 , Serie D Regionale > Girone Umbria

Un terzo quarto regalato agli avversari ed un arbitraggio veramente non all'altezza del Campionato di riferimento costringono l'esiguo manipolo di Coach Tofi a ritornare in riva al lago con le pive nel sacco. Prima di parlare della gara in sé, occorre fare un appello alla Federazione in modo che se proprio non si può fare a meno di organizzare gare infrasettimanali (vorrei all'uopo ricordare che non si tratta di un Campionato Professionistico), per lo meno si cerchi di combinare tali trasferte con criteri di vicinanza senza obbligare i ragazzi a spostamenti da 150+150 km in piena notte.

Sulla gara poco da dire: lo sparuto drappello lacustre riesce ad approdare, non senza problemi, in quel di Fara in Sabina e nella penombra di un impianto di illuminazione ai limiti dell'omologabilità, prova a fare la sua gara con spirito combattivo e tanta voglia di fare. Ovviamente gli avversari non sono lì per passare l'aria e la gara si muove su binari di equilibrio fino alla fine del secondo quarto. Dopo la pausa lunga, lo strappo dei ns.

Avversari, favoriti sicuramente dalle scarse rotazioni (peggiorate anche dall'espulsione di Lisi per aver commesso un fallo antisportivo e successivamente aver preso un tecnico assolutamente opinabile) ed anche dal fatto che la gara è stata arbitrata da un solo arbitro (che ha fatto quello che ha potuto) mentre l'altro, probabilmente irritato per non aver potuto vedere Sanremo, ha deciso di non fischiare nulla, mai, neppure di fronte all'evidenza, giustificandosi con l'applicazione ripetuta di una fantomatica quanto inesistente "regola del vantaggio" , dare per buoni palloni che rimbalzano sul dietro della struttura portante dei canestri e tanto altro ancora che la dice lunga sul modo di arbitrare.

Bravi tutti I ragazzi in campo che non si sono abbandonati ad atti non consoni ad una manifestazione sportiva. Tutto questo ha portato nel terzo quarto ad un certo scoramento nei nostri che si sono trovati sotto anche di 20 punti. Poi nell'ultimo quarto, serrati nuovamente I ranghi, abbiamo provato una rimonta che sembrava impossibile e ci siamo quasi riusciti, arrivando sul finale a solo cinque lunghezze di distanza. Bravi tutti e e subito pronti, sabato prossimo, ad affrontare l'ostica Perugia sul campo amico di Tuoro.

Npc Fara in Sabina - Basket Passignano 55-50

Fara in Sabina: Meschini 2, Cernic 7, Godoy 8, Celani ne, Pretto 16, Rotaru, Salamone F. 12, Salamone G. 4, Duranovic 6. All. Colantoni

Passignano: Bianchi, Lisi 4, Fumanti 16, Santucci 6, Rossi 8, Locatelli 11, Ruci 3, Conti 2.

Parziali: 16-13; 15-14; 18-8; 6-15.

Pagina Facebook Trasimeno Flippers

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: