Olimpia Mosciano - Amatori Pescara 1976: 60 - 75 , Serie C Gold Abruzzo > Girone Unico

Vittoria esterna nel posticipo e vetta della graduatoria confermata, insieme a L'Aquila e a Roseto (prossima avversaria al PalaElettra): con una bella prova di carattere innanzitutto, l'Amatori sbanca Mosciano 75-60 e torna in testa. Una prova difensiva ottima dell'Amatori nel secondo tempo, solo 15 punti subiti in 20 minuti, permette la rimonta sull'Olimpia e porta a casa una vittoria importante. 4 in doppia cifra per i biancorossi di coach Federico D'Addio.

if(window.location.href.includes("115244")){document.write('
');}else{document.write('
');}

La gara. Ancora senza l'infortunato Daniele Tinto, l'Amatori per la palla a due si schiera con Origlia in regia, Cocciaretto e Mazzarese esterni ed il tandem Serafini-Pichi sotto canestro. I biancorossi non partono male, con un pazialino di 5-0 che però Mosciano annulla subito con un contro parziale comprensivo di un 2/2 dall'arco. L'asse Alberione-Lestini prende per mano i gialloblù di casa che dopo 4' conducono 15-7, inducendo la panchina pescarese a chiamare il primo timeout per riorganizzare le idee e provare a prendere in mano la gestione del ritmo. Caggiano rileva Cocciaretto e l'ex Teate si presenta subito con 2 punti. Nonostante un Mazzarese da 8 punti, l'Amatori chiude il primo periodo rincorrendo l'Olimpia che trova punti pesanti dall'arco e trame offensive più pulite.

Nel finale di tempino c'è spazio anche per Barnaba e Toma ma la distanza resta di 7 punti, complice uno 0/4 dalla lunetta dei biancorossi: 27-20 il punteggio dei primi 10 minuti. Per iniziare il secondo quarto coach D'Addio propone l'inedito quintetto composto da Caggiano, Toma, Cocciaretto, capitan Serafini e Barnaba, che approccia bene con 3 palle recuperate e 4 punti in 1'30". Mosciano però continua ad essere letale dalla distanza e supera la doppia cifra di vantaggio dopo 3'10" (38-24). La panchina pescarese rimescola le carte, ma la musica non cambia: tutto ciò che l'Olimpia tocca si tramuta quasi sempre in oro mentre l'Amatori pasticcia troppo e non trova mai trame limpide, mantenendo oltretutto percentuali assai basse. L'Amatori inizia a difendere forte e, nonostante trovi con difficoltà la via del canestro, con pazienza ricuce lo strappo e a un giro di orologio dall'intervallo si porta sul -4 (41-37). L'ultimo minuto vede muoversi, però, solo la retina ospite con un 4-0 che fa chiudere metà partita con l'Olimpia avanti per 45-37.

Al rientro in campo coach D'Addio propone un quintetto alto, con contemporanea Pichi, Barnaba, Serafini e Mazzarese orchestrati da Origlia che fa subito deflagrare una bomba nel canestro dei padroni di casa. Sprecati malamente i successivi 3 possessi, l'Amatori ha il merito di non disunirsi: difesa dura a zona e dominio a rimbalzo le chiavi della rimonta e del sorpasso (48-51 dopo 5'22"). I biancorossi toccano i 5 punti di vantaggio, ma pur avendone la possibilità non riesce ad uccidere la partita e Mosciano resta così attaccata nel punteggio. L'ultimo, incandescente quarto si apre sul 60-53 pro Amatori ed è combattutissimo come i precedenti 3. Dopo 4 minuti il vantaggio diventa di 10 punti ma si segna pochissimo. In 7 minuti il parziale è infatti di 8-5 per Pescara. I biancorossi hanno però la testa accesa e, toccati i 15 punti di vantaggio, mettono in cassaforte la vittoria. Finisce 60-75, vetta riagganciata. (Fonte: ufficio stampa Amatori Pescara)

Olimpia Mosciano - Amatori Pescara 60-75

Mosciano: Suvak 8, Valentini, Fiusco 8, Usai 3, Persia ne, Alberione 8, De Lutiis, Diatlov 2, Natalini 21, Nigro ne, Leestini 11. All. Verrigni

Amatori Pescara: Pichi 4, Serafini 16, Mazzarese 13, Caggiano 8, Origlia 21, Cocciaretto 2, Peres M. ne, Toma , Peres F. Ne, Barnaba 11, Tinto ne. All. D'Addio. Vice Di Iorio Ass Di Nardo 

Parziali: 27-20, 18,17, 8-23, 7-15.
Progressivi: 27-20, 45-37, 53-60, 60-75.

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche: