Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Pupazzi di Pezza Pesaro - A.S.D. Candelara: 52 - 43 , Prima Divisione > Girone A

Nella penultima partita della stagione regolare si affrontano i Pupazzi di Pezza, in lotta per i play off, e il Candelara, alla ricerca dell’ultimo posto valido per la coppa Marche. La partita vede subito i padroni di casa prendere il largo, in quanto nelle prime due frazioni di gioco mettono ben 12 lunghezze fra loro e gli ospiti. Si va, infatti, all’intervallo lungo sul punteggio di 27-15, con l’attacco del Candelara in sofferenza.

La terza frazione di gioco riprende da dove si era interrotto precedentemente, con i Pupazzi che allungano anche a +17, ma nella seconda metà del quarto gli ospiti riescono a rientrare di qualche punto. L’ultimo periodo, che si apre sul 36-24, vede il Candelara recuperare ancora, fino al -4 con ancora due minuti da giocare. Tuttavia la rimonta non si compie, grazie alla precisione ai tiri liberi di tutta la squadra dei Pupazzi di Pezza (ben otto realizzati nei secondi finali) che quindi riescono a portare a casa una vittoria per loro fondamentale. Finisce 52-43.

Pupazzi di Pezza Pesaro - Asd Candelara 52-43

Pupazzi di Pezza: Focacetti 15, Rocchi 7, Arteconi, Stefanelli 7, Zavagnini, Marchini 3, Di Nucci 8, Pagliardini 6, Gaudenzi 6.

Candelara: Canalini 12, Trebbi 7, D’Ovidio 11, Baioni 2, Antonelli, Fabbri 6, Del Prete, Giampetraglia, Barletta 5.

Parziali: 14-9, 13-6, 9-9, 16-19.
Progressivi: 14-9, 27-15, 36-24, 52-43.
Tiri da 3 punti: Pupazzi 3, Candelara 2.

Ufficio Stampa Asd Candelara

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: