Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Poderosa Montegranaro - Pallacanestro Trieste 2004: 79 - 75

Quinto face to face fra la neopromossa Poderosa e la supercorazzata Alma Trieste, vincitrice indiscussa della fase di qualificazione (girone est). In regular season abbiamo visto prima lo sgambetto dei veregrensi su suolo nemico, poi giù il cappello al Palasavelli nell’ultima giornata di qualificazione. Dopo mesi eccole ancora l’una di fronte all’altra: Trieste sbaraglia Treviglio (3-0), e subito stacca il pass per i quarti di finale; nel frattempo butta l’occhio fra Biella e Porto San Giorgio, per scoprire che cosa combina Coach Ceccarelli, che come per magia con il 3-1 si risparmia la trasferta piemontese. Si inizia con un ko (105-74) a Trieste, ed ancora in negativo (seppur con una trama ben diversa) va in scena gara 2, (70-69) che alla Poderosa costa il 2-0. E anche se Trieste puntava a un 6-0 facile facile per aggiudicarsi la finale, Amoroso e compagni hanno alzato il cartello “stop” e si sono imposti contro una squadra di tutto rispetto.

Dopo cinque giri di lancette Powell recupera palla in attacco e va in solitaria a realizzare da sotto (8/9). Rimonta con un super Kaspar Treier decisamente in serata (11/9), e Dalmasson chiede minuto. Showtime Green con schiacciata a due mani. Gli fa eco Bowers, sempre si schiacciata, ed è 15 pari. Ma Corbett e Treier non ci stanno e chiudono il primo quarto sul +3 (20/17). Amoroso mette dentro un ciaf da tre punti, idem Gueye ed è +5 (26/21). Tap-in in schiacciata di Cittadini, e poi fallo su Amoroso (1/2). Bowers a terra al 16’ minuto, viene sostituito da Da Ros. Mussini la mette dentro da tre e Ceccarelli richiede timeout sul 27/28. Ancora da tre Powell (30/28), ma nessuna delle due squadre sembra allungare la striscia del vantaggio. Nel primo tempo, infatti, il massimo vantaggio è stato il +6 della Poderosa con un fantastico Corbett da tre (36/30), confermato sul finire del primo tempo (40/34). Metà gara è già alle spalle, ma ancora è tutto da decidere, come ci hanno insegnato le prime due gare negli ultimi sei giorni.

Bowers torna in partita e segna facile da sotto con l’assist di Mussini. Powell prima da tre e poi da due: è 45/38. E dopo un rimbalzo lunare di Powell, Bowers si becca un fallo tecnico, mandando in lunetta Amoroso (1/1). Recuperano terreno i compagni di Prandini, avvicinandosi con Da Ros alla parità dopo cinque minuti dall’inizio del secondo tempo. Ma è ancora Powell a mantenere le distanze. E dopo un’ottima rotazione sulla linea da tre Corbett va di tripla e la mette dentro (54/46). Il palas gialloblu si scalda, ma Da Ros non ci sta e, con il canestro del -4 (54/50), va in doppia cifra. Ultima azione del terzo quarto: Janelidze sbecca la tripla e gli ultimi dieci minuti di gioco si aprono sul 56/50.

Campogrande con l’uno contro due in rovesciata da sinistra firma il + 10 (50/60), mentre Dalmasson deve ricorrere a qualche rotazione in più. Prima Green poi Cittadini ai liberi, e Trieste recupera subito terreno (64/57). È il momento di Amoroso: prima da sotto, poi da tre ed è di nuovo +8 (68/62). Mussini fa male al Palasavelli con la sua tripla, ma sempre Amoroso replica e chiama il pubblico a raccolta. Due minuti alla fine del match e Poderosa con Corbett si lancia a +6 (71/65). Janelidze frena gli entusiasmi (71/67), ma Green commette fallo su Corbett, che ai liberi fa il suo dovere con un 2/2 (73/67).

Mortifera la tripla di Da Ros ad appena 55 secondi alla fine. È timeout (73/70). Palla casalinga: Powell, immarcabile, da sotto, ed è ancora timeout. 41 secondi alla fine del supplizio: Green segna da sotto (75/72). Un fallo di Corbett manda ai liberi Cavaliero che però ne mette dentro uno su due, ed è possesso Poderosa. Powell ai liberi sul +2 li mette dentro entrambi, mandando i suoi a un apparentemente tranquillo + 4 (77/73) con un sorriso che la dice lunga. Timeout. Due tiri liberi per Powell, campione indiscusso della serata: per lui 27 punti a referto e la bellezza di 14 rimbalzi fra offensivi e difensivi.Appuntamento, a questo punto immancabile, per gara 4 domenica 20 maggio alle 18.

XL Extralight Montegranaro - Alma Pallacanestro Trieste 79-75 (20-17, 20-17, 16-16, 23-25)

XL Extralight Montegranaro
: Marshawn Powell 27 (6/13, 3/4), Valerio Amoroso 19 (4/5, 1/2), Lamarshall Corbett 16 (3/7, 2/7), Kaspar Treier 8 (1/2, 2/2), Lorenzo Maspero 4 (1/5, 0/2), Ousmane Gueye 3 (0/0, 1/2), Luca Campogrande 2 (1/2, 0/2), Eugenio Rivali 0 (0/2, 0/0), Giuseppe Altavilla 0 (0/0, 0/0), Simone Cimini 0 (0/0, 0/0), Dario Zucca 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 22 - Rimbalzi: 33 5 + 28 (Marshawn Powell 14) - Assist: 11 (Lamarshall Corbett, Lorenzo Maspero, Eugenio Rivali 3)

Alma Pallacanestro Trieste: Javonte damar Green 15 (5/9, 0/3), Laurence Bowers 15 (6/9, 1/2), Matteo Da ros 13 (5/9, 1/2), Federico Mussini 12 (1/1, 2/4), Daniele Cavaliero 7 (3/6, 0/4), Lorenzo Baldasso 4 (2/2, 0/1), Giga Janelidze 4 (1/2, 0/2), Alessandro Cittadini 3 (1/1, 0/0), Roberto Prandin 2 (1/2, 0/0), Juan Fernandez 0 (0/1, 0/2), Matteo Schina 0 (0/0, 0/0), Lodovico Deangeli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 16 - Rimbalzi: 28 6 + 22 (Javonte damar Green 9) - Assist: 11 (Matteo Da ros, Federico Mussini 3)

Nicoletta Canapa

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: