Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Verso Gara 4 tra Remer Treviglio e De' Longhi Treviso, le parole di coach Vertemati, Borra ed Alviti

Domenica 2 giugno si gioca gara 4 delle semifinali playoff di Serie A2 Old Wild West tra Remer Blu Basket Treviglio e De’ Longhi Treviso, dopo il successo lombardo in gara 3 che ha portato la serie sull’1-2. Playoff al meglio delle cinque gare, con gara 1, gara 2 ed eventuale gara 5 in casa della squadra con la migliore classifica al termine della fase di qualificazione. Già in finale la Benfapp Capo d’Orlando, che ha eliminato per 3-0 Bergamo. Le parole alla vigilia dei protagonisti:

Adriano Vertemati (coach Blu Basket Treviglio) - “Per gara 4 mi aspetto una Treviso come l’ho vista solo nel finale di venerdì, ma già a partire dal primo quarto. Dovremo essere bravi a capire cosa fare, dove andare e gestire la loro aggressività fin da subito. Non vi sono problemi tecnici o tattici, ma vincerà chi avrà più energia fisica, mentale e sarà importante l’aiuto del pubblico. Non dobbiamo adagiarci: forse il minore distacco dei punti nel risultato finale ci aiuterà a capire che quella di domenica sarà una gara molto difficile. Venerdì il nostro palazzetto ha pareggiato il Palaverde e questo incide molto sulla serie”.

Jacopo Borra (giocatore, centro Blu Basket Treviglio) - “Giusto il tempo per recuperare, per rimetterci in sesto e poi si gioca subito, questo è il bello e il brutto dei playoff. Non si potrà inventare nulla ma cambiare solo piccole cose. In gara 3 era importante ‘farli sanguinare’ e adesso sappiamo che possiamo batterli. Adesso può iniziare questa serie ma, se non stiamo attenti, può subito finire perché abbiamo visto, negli ultimi 10 minuti, che non basta solo essere in casa per vincere ma bisogna metterci per 40 minuti la durezza mentale, come dice sempre il coach. Quella durezza mentale giusta che ci ha portato ad andare a più venti contro Treviso… Ora sotto con gara 4!”.

Davide Alviti (giocatore, ala Treviso Basket) – “Dobbiamo ripartire dall’intensità degli ultimi dieci minuti di gara 3, perché noi siamo quelli. Sappiamo che Treviglio in casa è completamente diversa e dovremo mettere in campo ancora più solidità e concentrazione sia in attacco che in difesa”

Area Comunicazione LNP
Grafica pagina Facebook Treviso Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: