Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Robur Osimo continua a crescere sia dentro che fuori dal campo

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/17-10-2019/robur-osimo-continua-crescere-dentro-fuori-campo-600.jpg

Social

Una società all'avanguardia, che si impegna per raggiungere risultati all'interno del parquet e non, proponendo anche eventi di caratura nazionale e manifestazioni che potessero riaccendere la passione della nostra città. Questo è uno degli obiettivi prefissato dalla dirigenza osimana e l'ultimo fine settimana ne è stato sicuramente un esempio.Partendo da sabato, dall'Agape di Solidarietà tenutosi ad Abbadia di Osimo, in cui 100 persone circa si sono riunite per assistere alla premiazione della Canestra D'Oro, assegnata in ex-aequo a Giovanni Petrucci e Gaetano Laguardia, rispettivamente presidente e vicepresidente vicario F.I.P., il tutto allietato dalle ottime pietanze messa in scena dallo staff e dai volontari della Robur Basket Osimo.

Importante successo anche per La Grande Festa del Basket Osimano, andata in scena nel pre partita di domenica nella quale tutti i movimenti cestistici di Osimo si sono presentati al numeroso pubblico presente. Le scelte societarie, sono risultate vincenti tanto che il Palabellini già dal riscaldamento della sfida tra Robur e Sambacanestro era gremito e festoso. L'apice del successo è stato raggiunto al termine della sfida, con la rimonta pazzesca della squadra di coach Castracani, che con un secondo tempo da urlo, ribalta la situazione dal -23 al +5 finale, il tutto di fronte a più di 500 persone, molte famiglie e piccoli tifosi, che hanno reso l'impianto osimano un catino bollente.

La società dunque desidera ringraziare la cittadinanza per aver accolto la sfida della Robur ed per aver partecipato a quello che ci piace definire un sano pomeriggio di sport! Ripartiamo dal Palabellini pieno e festoso, pur non dimenticandoci di questi ultimi anni, ricchi di alti e bassi! Dal 2004 ad oggi deve la sua esistenza alle Liste Civiche di Osimo e a persone che hanno investito in maniera incessante il proprio patrimonio personale a favore della Robur, con passione, credendo nell'importanza e nella valenza di questa società. La Robur non dimentica chi ha permesso la propria sopravvivenza, non dimentica chi per anni l'ha denigrata e discriminata e non dimentica chi non ha mai mosso un passo verso questa società, preferendone la distruzione.

La società si è rinforzata e rinnovata con persone nuove, giovani e desiderose di riportare in alto la Robur, andandosi ad aggiungere ad una base già solida, che nel tempo ha avuto a cuore le sorti del basket osimano, investendoci tempo e denaro senza pressoché nessun ritorno! Noi ci siamo, e per il futuro stiamo cercando di sviluppare progetti importanti, affinche la Robur rimanga patrimonio della Città!

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: