Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Montecchio Tigers ''Non ricominciare l'attività ora sarebbe la fine non dell'oggi ma del domani''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/05-01-2021/montecchio-tigers-ricominciare-attivit-sarebbe-fine-domani-600.jpg

Social

L'incontro di lunedi 11 gennaio tra il Presidente della Fip Petrucci e tutti i comitati regionali è l'ultima possibilità a mio parere per salvare non la stagione dei campionati o dei vari trofei minibasket ma per non compromettere il futuro del nostro sport. Si dibatte continuamente sull'interesse nazionale che permette all'attività di essere praticata, da qui altri sport hanno da tempo preso decisioni più o meno opinabili ma che sicuramente vanno a tutela del movimento che rappresentano mentre nella pallacanestro siamo al momento fermi. Ora si è deciso di dichiarare per alcuni (Serie C Gold, Silver, Giovanili di Eccellenza) l'interesse nazionale.

Io penso che l'interesse nazionale sia costruire dalle fondamenta e cioè dal minibasket, programmare, allargare la base dando la possibilità ai bambini e ragazzi di praticare il nostro sport e poi riuscire a formare giocatori. Fare allenamenti individuali, a numero chiuso in palestra (12/14 bambini/ragazzi), ognuno con il pallone sanificato ad uso personale, senza utilizzo spogliatoi, facendo un lavoro individuale di fondametali senza contatti naturalmente, senza fare campionati credo sia una cosa più che fattibile, considerando ad esempio che dai 6 ai 13 anni hanno continuato e continueranno ad andare a scuola in aule di 30mq, perchè gli stessi bambini non possono fare attività in un campo di 400mq in numero minore poi?

Chi ha detto poi che chi fa l'Eccellenza oggi arrivi chi sa dove mentre chi fa attività regionale a 14/15/16/17/18 anni non potrà giocare a livello di C Gold, Silver o anche più su, per fare un esempio di campionati che forse passeranno a essere considerati di interesse nazionale. Se non si trova il modo di fare ripartire l'attività di base, con tutte le precauzioni del caso a brevissimo, comprendendo il minibasket e le giovanili a tutti i livelli, non avremo più la possibilità per i prossimi anni di avere materiale umano su cui lavorare, i bambini/ragazzi stanno abbandonando il basket perchè fermo e vanno verso altri sport primo fra tutti il calcio dove l'attività va avanti. A quel punto Presidente Paolini avremo risolto il problema di quando abbia inizio l'interesse nazionale.

La esorto a portare queste considerazioni nell'incontro di lunedi, perchè la Fip nazionale al contrario di altri sport non fa di tutto per far proseguire gli allenamenti senza contatti in palestra?

Non ricominciare ora sarebbe la fine non dell'oggi ma del domani.

Ringrazio e saluto cordialmente

Francesco Cotignoli - Responsabile Attività Montecchio Tigers  

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: