Ufficiale, la guardia Maurizio Tassone è un nuovo giocatore della Pallacanestro Molfetta

La Pavimaro Pallacanestro Molfetta comunica di aver raggiunto l’accordo per la prossima stagione con Maurizio Tassone, che vestirà la maglia biancorossa nel campionato di Serie B.

Nato a Torino il 23 Novembre 1990, 192 cm di statura, Maurizio è una guardia proveniente da Vigevano con cui ha disputato il campionato di Serie B, chiuso in quarta posizione con 10 punti e 3 assist di media a partita.

Tassone è cresciuto nelle giovanili del Cus Torino, prima di disputare i campionati di Serie B con Pavia e Pallacanestro Moncallieri; poi la grande occasione di indossare la maglia di Cantù in Serie A, con la quale nella stagione 2018/2019 gioca minuti importanti e colleziona diverse presenze nel quintetto base nel massimo campionato italiano.

La guardia piemontese torna in Puglia dopo l’esperienza con la maglia del Basket Corato: “Torno in Puglia con un bel ricordo e con grande entusiasmo; ho avuto modo di lavorare con il Coach in passato e lo ringrazio per questo ulteriore attestato di stima e fiducia. Le parole di stima e rispetto che molte persone di questa società hanno avuto nei miei confronti mi hanno convinto a portare a termine la trattativa in tempi brevi”.

Fortemente voluto da Coach Gesmundo che ha lavorato a stretto contatto con il General Manager Leonardo Scardigno, con l’arrivo di Tassone la Pavimaro Molfetta si assicura un giocatore di assoluto valore che si è presentato così al pubblico molfettese: ”Il mio obiettivo, in ogni realtà dove sono stato, è sempre stato quello di provare a fare ciò che più serve alla squadra. Questo mi ha portato a diventare un giocatore adattabile a più ruoli e situazioni, mi piace coinvolgere i compagni e proverò a farlo sin dalle prime battute”.

La società della Pavimaro Molfetta vuole ringraziare i Procuratori dell’atleta Simone di Trani e Riccardo Artoni dell’Agenzia SportLab Network per la disponibilità e velocità nel concludere la trattativa.

Fonte: ufficio stampa Pallacanestro Molfetta 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!