Basket Venafro, Kilian Riverol ''Dobbiamo essere affamati di vittoria, giocando ogni partita al 100%''

Prima di iniziare a percorrere l'attesissimo cammino dei playoff, la Siem Basket Venafro si prepara ad affrontare l'ultima sfida di questa vincente fase orologio, che ha regalato alla formazione di Coach Valente tante emozioni, risultati positivi e un ottimo terzo posto. Con la vittoria di domenica scorsa contro Torre Spes, i venafrani hanno, infatti, conquistato matematicamente il terzo gradino della graduatoria, difendendo in maniera eccellente la posizione ottenuta durante la regular season e non solo. Se, difatti, alla fine delle 14 partite di stagione regolare il secondo posto sembrava quasi un miraggio, oggi, grazie alle pregevoli prestazioni messe in campo in questa seconda fase, potrebbe quasi diventare realtà.

Alla vigilia di quella che sarà l'ultima partita della fase orologio, che condurrà la stagione alla fase finale in cui si decreterà il vincitore di questo campionato, c'è ancora da sperare e sognare. Un sogno che per la Siem Basket Venafro parte da Roseto, dove i gialloblu sabato pomeriggio affronteranno la squadra di casa, per poi passare inevitabilmente dal parquet di Teramo, dove la seconda in classifica Nova Farnese Campli è attesa nella difficile sfida contro la capolista. Un sogno, quello del secondo posto, che è nelle mani dei ragazzi della Siem, ma non solo. I molisani, infatti, per raggiungere l'obiettivo dovranno, non solo vincere sul parquet della Roseto Academy, ma sperare anche in una sconfitta della diretta concorrente Campli, che al momento occupa la seconda posizione a pari punti, ma con il vantaggio degli scontri diretti.

if(window.location.href.includes("115244")){document.write('
');}else{document.write('
');}

Una partita, dunque, quella di Roseto che potrebbe essere tanto ininfluente quanto fondamentale per il futuro dei gialloblu. Ma se il destino non è tutto nelle loro mani, una parte sicuramente si. E' fondamentale, quindi, rimanere focalizzati su quello che può essere governato, dando, come sempre, il massimo sul campo e portando a casa i due punti; poi staremo a guardare quello che succederà sull'altro campo. Dello stesso avviso è il play spagnolo Kilian Riverol, con il quale abbiamo scambiato quattro chiacchiere in vista del match di sabato.

Domenica è arrivata la fondamentale vittoria contro Torre Spes che vi ha consegnato matematicamente il terzo posto. Una fase orologio quasi perfetta, con 5 vittorie su 6 partite disputate. Cos’è che è davvero cambiato/migliorato nel vostro gioco e vi ha portato a quest’ottima continuità nelle prestazioni e anche nei risultati?

"Questa è stata una fase molto positiva per noi; abbiamo vinto 5 delle 6 partite giocate e abbiamo ancora la possibilità di migliorare lo score nella partita di sabato contro Roseto. Quello che è cambiato è che il lavoro fatto in tutti questi mesi sta dando i suoi frutti: stiamo giocando davvero bene, di squadra, dando sempre il 100% e cercando di esprimere al meglio le nostre qualità. Un aspetto sicuramente fondamentale è che abbiamo migliorato la fase difensiva, riuscendo a dare molto di più sia in termini di intensità che dal punto di vista tecnico."

Sabato prossimo sarete impegnati sul campo dell’ultima in classifica Roseto Academy per l’ultima partita di questa fase orologio. Una vittoria che potrebbe essere tanto inutile quanto importantissima, in base a quello che succederà sugli altri campi. Quali sono le sensazioni che state vivendo in settimana? Ci sperate in un secondo posto all’ultimo respiro?
"Noi non dobbiamo far altro che fare il nostro lavoro, dando come sempre il massimo e vincendo la partita. Questa è la cosa principale e su cui dobbiamo rimanere focalizzati; poi vedremo cosa succederà nell'altra partita."

Qual è l’obiettivo che volete raggiungere nei prossimi playoff?
"I playoff rappresentano la fase cruciale del campionato; per questo, mai come ad adesso, dobbiamo rimanere concentrati su quello che ci aspetta. Dobbiamo essere affamati di vittoria, giocando ogni partita al 100% delle nostre possibilità, come se fosse una finale. Speriamo che durante queste partite il nostro palazzetto sia pieno, che i nostri tifosi ci facciano sentire tutto il loro calore; abbiamo bisogno anche del loro contributo, come se fossero davvero il sesto uomo in campo. Noi proveremo a mettercela tutta e, se riusciremo a dare tutto quello che possiamo dare e a giocare come sappiamo fare, possiamo arrivare sicuramente lontano."

Fonte: Francesca Cuzzi - ufficio stampa Basket Venafro 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!