Il Chieti Basket 1974 termina il silenzio stampa. Coach Aniello presenta la sfida contro Taranto

Sciolto il silenzio stampa, abbiamo parlato del momento in casa Lux con coach Aniello.

Giunti quasi al giro di boa, nonostante tutte le difficoltà, siamo in linea con gli obiettivi societari. Un suo giudizio su questa prima parte di stagione?

"Partendo dal presupposto che personalmente sono convinto che i bilanci vanno fatti a fine stagione ed ora valgono molto poco, devo dire di essere molto contento di quello che ha detto il campo in questa prima metà di campionato. Credo che siano stati molti più i momenti positivi di quelli negativi, come per esempio la bella striscia di quattro vittorie consecutive di dicembre arrivata in un momento molto particolare e di cambiamento. Sono inoltre soddisfatto perché il gruppo si è dimostrato capace di adattarsi a tante situazioni difficili e diverse l'una dall'altra, cosa che ha richiesto non solo presenza di spirito e personalità ma anche capacità tattiche importanti".

Domenica arriva Taranto: che tipo di gara si aspetta? Che avversario è Taranto?
"Domenica sarà una partita molto difficile per tanti motivi, dobbiamo essere bravi ad interpretarla nel migliore dei modi con grande decisione e carattere. Il rischio è che possa diventare una gara non bella dove i due punti in palio, viste le circostanze, avranno un peso specifico che rischia di trasformarla nella classica sfida "sporca" anche dal punto di visto tecnico-tattico: lì ci dovremo far trovare assolutamente preparati e pronti. Taranto ha dato filo da torcere a tanti avversari di valore in questo campionato ed ha forse raccolto meno di quello che ha meritato, ha talento negli esterni con Valentini, Ragagnin e Reggiani, un punto di riferimento interno di grande fisicià come Thioune e degli elementi duttili come Ambrosin e Fresno".

Fonte: Federico Ionata - Addetto Stampa Lux Chieti Basket 1974 

 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!