Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Unibasket Lanciano - Robur Osimo: 102 - 76 , Serie C Gold > Girone Unico

L'Unibasket Lanciano conquista una netta vittoria contro la Robur Osimo e porta a casa l'ottava vittoria stagionale, che permette agli abruzzesi di raggiungere momentaneamente in testa alla classifica il Valdiceppo, impegnato Domenica nel big match contro Fossombrone. Partita che si decide in pratica nel terzo quarto, dopo un primo tempo piuttosto equilibrato e terminato sul 47-44 per i padroni di casa.

Nel terzo parziale l'Unibasket alza il ritmo in attacco e stringe le maglie difensive, ed allunga in maniera decisa tanto che il proprio vantaggio sale oltre quota quindici punti, permettendo poi loro di controllare la gara fino alla fine. Negli ultimi dieci minuti gli uomini di Corà controllano con autorità la gara portando a casa altri due punti. Nell'Unibasket in quattro vanno in doppia cifra, con Agostinone e Ranitovic su tutti con, rispettivamente, 26 e 22 punti. Nella Robur bene Conti e Bini che chiudono con 14 punti a testa.

Unibasket Lanciano - Robur Osimo 102-76

Lanciano: D'Eustachio 6, Cukinas 16, Adonide 4, Mordini 17, Martelli 8, Masciopinto 1, Agostinone 26, Di Giovanni, Marino, Capuani 2, Ranitovic 22, Cancelli. All. Corà

Osimo: Domesi 5, Catalani 13, Conti 14, Carletti 2, Bini 14, Breccia 8, Rasicci 2, Loretani, Paladino 3, Pierucci 2, Rezk 10, Cardellini 3. All. Marini

Parziali: 17-19, 30-25, 28-14, 27-18.
Progressivi: 17-19, 47-44, 75-58, 102-76.
Usciti per 5 falli: nessuno

Arbitri: Di Santo e Giambuzzi

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: