Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Upr Montemarciano Basket - Pallacanestro Senigallia: 71 - 61 , Serie D Regionale > Girone B

L'Upr Montemarciano si impone sulla Pallacanestro Senigallia ed archivia definitivamente la sconfitta subita la scorsa settimana a Fano, rimanendo in piena corsa per il terzo posto e, se le combinazioni dei risultati di Acqualagna e Loreto Pesaro dovessero essere a lei favorevoli, anche per qualcosa di più. Decisivo sarà sicuramente lo scontro diretto di Venerdì prossimo contro il Basket Giovane Pesaro, un autentico spareggio per il terzo gradino del podio.

Vittoria meritata per gli uomini di coach Luconi che hanno condotto dall'inizio alla fine conquistando anche vantaggi superiori ai dieci punti, e riuscendo sempre a contenere i tentativi di rimonta dei giovani ospiti. Nel Montemarciano tre uomini in doppia cifra, con Pasquinelli top scorer dell'incontro con 19 punti. Nel Senigallia buone le prove di Maiolatesi e Foschi che hanno chiuso, rispettivamente, con 14 e 13 punti a referto.

Upr Montemarciano - Pallacanestro Senigallia 71-61

Montemarciano: Sebastianelli 17, Mosca A. 6, Pasquinelli 19, Mosca R. 10, Schiavoni 9, Cardinaletti 3, Norato 5, Tagnani, Novelli 2, Bianchi, Catani. All. Luconi

Senigallia: Canullo 9, Foschi 13, Barantani 7, Bertoni 3, Maiolatesi 14, Gregorini 5, Tarantelli 2, Paradisi, Figueras 8. All. D'Amato

Parziali: 23-13, 12-17, 26-13, 10-18.
Progressivi: 23-13, 35-30, 61-43, 71-61.
Usciti per 5 falli: Bianchi (Montemarciano) e Tarantelli (Senigallia)

Arbitri: De Carolis e Corradini

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: