Virtus Bologna - Aquila Basket Trento: 96 - 80 , Serie A > Girone Unico

Virtus Segafredo Bologna - Dolomiti Energia Trentino 96-80
(1Q 23-11; 2Q 49-31; 3Q 77-56)

Virtus Segafredo Bologna: Faldini, Belinelli 13, Pajola 3, Bako 10, Shengelia 12, Hackett 11, Menalo, Mickey 10, Camara 2, Weems 10, Ojeleye 18, Teodosic 7. All: Scariolo

Dolomiti Energia Trentino: Conti 4, Spagnolo 6, Forray 9, Flaccadori 6, Udom 10, Crawford 21, Ladurner 3, Grazulis 7, Atkins 12; Lockett 2. All: Molin

Arbitri: Lo Guzzo, Gonella, Pepponi

if(window.location.href.includes("115244")){document.write('
');}else{document.write('
');}

Ventiseiesima giornata del massimo campionato italiano di basket: la Virtus Segafredo Bologna ospita Dolomiti Energia Trento. Segafredo che parte con le marce alte sin dalle prime battute: ottima circolazione palla in attacco, mentre in difesa blinda l’area costringendo Trento a trovare solo soluzioni perimetrali molto difficili. Buone percentuali da tre consentono ai bianconeri di restare in vantaggio anche se i trentini provano con continuità ad attaccare per vie centrali, ma con una circolazione palla troppo lenta. Primo parziale controllato ampiamente dalla Virtus, che chiude avanti sul punteggio di 23-11. Anche nel secondo quarto i ritmi bianconeri rimangono alti tanto da raggiungere rapidamente i 13 punti di distacco quando sul cronometro sono passati solo 13′ minuti. Trascinatore Ojeleye che è capace di offrire diverse soluzioni sia dall’interno dell’area che dal perimetro, offrendo anche un prezioso contributo in difesa e a rimbalzo. La Segafredo riprende a colpire da oltre l’arco con Belinelli e Weems che ritoccano le statistiche, con i bianconeri capaci di realizzare mantenere quasi il 50% da tre punti. All’intervallo la Virtus è ancora avanti sul punteggio di 49-31.

Nella ripresa i ritmi restano alti, anche se le percentuali al tiro mancano di precisione: Trento trova maggior continuità al tiro, ma la presenza all’interno del pitturato della Segafredo rimane il grosso ostacolo contro cui gli ospiti devono fare i conti. Trascinata ancora da Belinelli e Ojeleye la Segafredo amplia il distacco, differenziando le proprie opzioni offensive. Partita pesantemente indirizzata già a metà parziale grazie anche ad una difesa pressante che concede poco: nella seconda metà di quarto Crawford si scatena segnando 12 punti personali in questa sola frazione. La Segafredo chiude ancora una volta avanti al termine del terzo quarto sul punteggio di 77-56 con il quale ci si appresta ad iniziare l’ultima frazione. L’ultimo frammento di partita si apre con una tripla di Forray che replica subito con un floater a centro area. La Segafredo risponde con un alley oop di Mickey imbeccato da Teodosic che vale il 79-63. Trento prova a riaccorciare grazie a diversi falli commessi dalla Virtus, ma Pajola e Shengelia trovano tiri aperti da tre e non sbagliano le proprie conclusioni. Nel finale il gap si amplia ulteriormente, con la partita che termina con il punteggio di 96-80 per la Virtus Segafredo Bologna.

Fonte: ufficio stampa Virtus Bologna 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche: